Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La mediazione penale nel processo davanti al giudice di pace

Il presente lavoro si propone di verificare quali siano le prospettive applicative della mediazione penale, conseguenti al d.lgs. 28 agosto 2000 n° 274 istitutivo del procedimento innanzi al giudice di pace. Si tratta di una pratica presente in molti paesi europei che, anche sotto l’influsso della normativa internazionale e comunitaria, è stata introdotta in Italia; essa si pone come procedura di risoluzione dei conflitti tendenzialmente autonoma rispetto alla funzione giurisdizionale e, per certi versi, antitetica a quest’ultima.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il presente lavoro si propone di verificare quali siano le prospettive applicative della mediazione penale, conseguenti al d.lgs. 28 agosto 2000 n° 274 istitutivo del procedimento innanzi al giudice di pace. Si tratta di una pratica presente in molti paesi europei che, anche sotto l’influsso della normativa internazionale e comunitaria, è stata introdotta in Italia; essa si pone come procedura di risoluzione dei conflitti tendenzialmente autonoma rispetto alla funzione giurisdizionale e, per certi versi, antitetica a quest’ultima. La Raccomandazione n° (99)19 del Consiglio d’Europa ha definito la mediazione come «procedimento che permette alla vittima ed al reo di partecipare attivamente, se vi consentono liberamente, alla soluzione delle difficoltà derivanti dal reato con l’aiuto di un terzo indipendente (mediatore)» 1 . Più che essere supporto del modello tradizionale di regolazione del conflitto, la mediazione penale interviene come modalità a sé stante; lo scopo che essa si prefigge è la restituzione ai soggetti protagonisti del reato del potere e della responsabilità di assumere una decisione in ordine allo scontro che li oppone. La mediazione si propone, quindi, di ristabilire la relazione tra le parti che è stata interrotta dalla commissione del reato, senza 1 La Raccomandazione è consultabile sul sito internet del Consiglio d’Europa, www.coe.int .

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sabrina Bellenzier Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1759 click dal 19/04/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.