Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

The value of fast fashion system

A fast fashion system combines quick response production capabilities with enhanced product design capabilities, to both design “hot” products that capture the latest consumer trends and minimal production leadtimes to match supply with uncertain demand.
The term “fast fashion” is used to describe clothing collections which are based on the most recent fashion trends presented at Fashion Week in the spring and autumn of every year. The resulting garments are designed and manufactured quickly and cheaply to allow the mainstream consumer to take advantage of current clothing styles at a lower price.
This system feeds on itself due to the connection between production, distribution and logistics. The lead time required to produce a collection is greatly reduced, permitting a speedy response to market demand. Lead time is the time span from the onset of the production process to its completion. A brief period of lead time allows the manufacturer to produce a smaller number of items in a wider variety of styles. Further, the lines which do not sell can be eliminated more frequently and rapidly, thus avoiding warehouse pile ups and periodical clearance sales.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Se l'obiettivo fondamentale di ogni impresa orientata al mercato, cioè la piena soddisfazione dei bisogni della propria clientela, è di per sé di non semplice realizzazione, esso assume difficoltà ancora maggiori nei settori caratterizzati da comportamenti di consumo assai complessi ed imprevedibili. In particolare, nel comparto della moda, i cambiamenti intervenuti in questi ultimi anni nel sistema competitivo hanno indotto molte imprese ad intraprendere iniziative di razionalizzazione dei processi operativi, finalizzate essenzialmente a migliorare la capacità di risposta alle istanze del mercato in termini sia di adeguatezza delle proposte commerciali sia di qualità dei prodotti; tutto ciò senza tralasciare, nel contempo, il miglioramento di efficienza e velocità nell’intera supply chain. Se si considera nello specifico il settore dell'abbigliamento, il bundle of utilities del prodotto è definito da numerosi aspetti che riguardano i caratteri intrinseci del bene (materiali, modello, lavorazione, vestibilità, finiture), il suo utilizzo (funzione d'uso, praticità, durata), le valenze estetiche e di stile, il livello d'innovazione e la ricchezza di varianti proposte. E’ pur vero, però, che è divenuto sempre più cruciale, ai fini del successo di mercato, il controllo del grado di soddisfazione del consumatore finale con riferimento al mix qualità – prezzo - styling dei prodotti commercializzati, al presidio dei canali di distribuzione, allo sviluppo di efficaci ed innovative politiche di comunicazione, all’integrazione tra i diversi attori della supply chain. Alla luce di queste considerazioni, il presente lavoro si pone come obiettivo l’analisi del fenomeno “fast fashion”, che ha rivoluzionato nell’ultimo decennio le

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Elena Lotti Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1329 click dal 20/04/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.