Skip to content

La Mock Conference, strumento utile alla didattica dell’interpretariato?

Informazioni tesi

  Autore: Elisabetta Bruschi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Libera Università degli Studi San Pio V di Roma
  Facoltà: Interpretariato e Traduzione
  Corso: Interpretariato di conferenza
  Relatore: Isabelle Marbot
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

La presente tesi si pone l’obiettivo di individuare le specificità di uno strumento utilizzato dalle università italiane che prevedono lo studio dell’interpretazione di conferenza, ossia la “mock conference”. Come suggerisce la definizione, si tratta di una conferenza simulata (“mock”), prevista periodicamente nel corso degli studi in tale ambito, nella quale partecipano uno o più oratori, studenti tra il pubblico e altri studenti in veste di interpreti in simultanea e consecutiva. Nella tesi viene fatta un’analisi di questo strumento grazie ai risultati ottenuti tramite la compilazione di questionari specifici, effettuata dai partecipanti (oratore, pubblico, interpreti) di una conferenza simulata ai fini della realizzazione della tesi stessa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La didattica dell’interpretariato di conferenza si è evoluta nel corso degli ultimi decenni, proponendo corsi di formazione e approcci didattici anche molto diversi tra loro. Proprio per questo, con il passare del tempo è divenuto sempre più difficile riuscire a trovare un’impostazione comune ad ogni corso formativo. Sebbene tale contesto meriti una metodologia propria, sfortunatamente oggi nessuna teoria è in grado stabilire con esattezza delle regole da adottare nell’insegnamento. Tra gli elementi appartenenti al suddetto contesto, possiamo certamente trovare quello della mock conference, uno strumento in grado di porre gli studenti dinanzi ad una simulazione vera e propria di un contesto professionale. Grazie a questa fondamentale caratteristica, la mock conference, che potremmo indicare come “conferenza simulata”, si è rivelata essere un interessante oggetto di ricerca. Sulla base delle esperienze in materia, dunque, si è scelto di analizzarla, allo scopo di verificarne l’utilità nella didattica dell’interpretariato. Cosa comporta una simile esercitazione? E quali vantaggi possono trarne gli studenti? Queste sono solo alcune delle domande alle quali la presente tesi ha cercato di rispondere, al fine di considerarne ogni aspetto prima di raggiungere l’ottenimento di risultati concreti. La dissertazione che segue non si propone come un manuale teorico, bensì come un punto di partenza per chiunque voglia conoscere più dettagliatamente la funzionalità di tale strumento. Nella tesi non vengono solamente indicate le basi teoriche della formazione per gli interpreti o commentate le esperienze personali legate all’evento della mock conference. Al contrario, attraverso un esperimento pratico, condotto grazie alla partecipazione attiva di studenti del primo e del secondo anno di Interpretariato di Conferenza dell’Università Luspio di Roma, di alcuni docenti dello stesso corso e di un oratore chiamato a proporre le sue osservazioni, si dà luce allo strumento della mock conference, verificandone nella pratica le modalità di attuazione e i vantaggi che se ne possono trarre. Inizialmente, attraverso una raccolta di informazioni sulla teoria e sulla pratica della didattica dell’interpretariato, si è quindi voluto porre le basi per identificare meglio il contesto dal quale si è partiti per analizzare questa particolare tipologia di conferenza. Nella prima sezione, sono analizzati alcuni esempi di corsi di formazione esistenti, di cui si prendono in considerazione approcci e obiettivi didattici. In questo modo, si è scelto di porre l’accento su alcune tematiche ad essi legate, quali la selezione degli studenti nelle scuole superiori di interpretazione e la verifica delle loro competenze attraverso l’uso costante della valutazione da parte di professionisti. Infine, è sembrato opportuno concludere la sezione menzionando la situazione attuale del mercato del lavoro e le opportunità offerte agli studenti (nel corso della loro formazione) allo scopo di consentire loro un avvicinamento graduale ad esso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

simulazione
conferenza
conference
mock
intepretariato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi