Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamica evolutiva delle imprese che operano online: il caso CHL

La tesi si prefigge di analizzare come sta cambiando il modo di fare impresa a seguito dell'introduzione e lo sfruttamento delle nuove tecnologie digitali.
Dopo una prima parte introduttiva nella quale vengono analizzate le tecnologie digitali (ed i mercati ad esse connessi) e spiegato cosa si intenda per new economy (prendendo in esame anche gli effetti sociali che essa determina), nella seconda parte il lavoro si focalizza su un particolare aspetto, l'e-commerce, fornendone una definizione esauriente e facendo una panoramica su come cambiano le tradizionali funzioni aziendali (marketing, logistica, risorse umane, sistemi di pagamento, impostazione strategica, ecc) nelle imprese che operano in questo nuovo mercato.
Nell'ultima parte, viene analizzato un caso concreto di un'impresa di successo operante nel settore della vendita di prodotti tecnologici via Internet: la CHL S.p.A., che rappresenta il principale operatore italiano nel settore dell'e-commerce.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE. Senza dubbio, la Nuova Economia, con Internet e tutto quanto abbia a che fare con la convergenza digitale, può essere considerata a tutti gli effetti una rivoluzione in corso, seppur pacifica. Sta segnando, infatti, il passaggio dall’economia industriale e dei servizi, verso l’economia digitale, dove il prodotto più commercializzato e a più alto valore aggiunto è l’informazione. Stanno, inoltre, cambiando non solo le regole economiche, ma anche moltissimi aspetti della vita quotidiana, come il lavoro, la politica, il tempo libero, le strutture pubbliche. E’ un cambiamento ancora in fase embrionale, ma i cui effetti si possono, in parte, intravedere già da ora. Si parla di telelavoro, di possibilità di effettuare tutte le operazioni amministrative da casa, evitando inutili code agli sportelli pubblici, e di nuove figure professionali legate alle tecnologiche digitali. C’è chi afferma che Internet, visto il suo carattere estremamente interattivo e partecipativo rappresenterà un utile strumento per democratizzare di nuovo la società. Altri lo vedono come un pericoloso mezzo per violare la privacy della gente. Questi giudizi così contraddittori, nascono da un’analisi parziale e limitata delle caratteri- stiche del fenomeno. Senza dubbio, esso rappresenta un efficace mezzo di cambia- mento delle strutture fino ad oggi difficilmente modificabili come quelle della Pubblica Amministrazione. In Italia, ad esempio, da decenni si parla di riforma dei servizi statali, promulgando una enorme quantità di leggi in proposito, puntualmente arenatesi nelle paludi di un meccanismo burocratico lento e macchinoso. Oggi, invece, Internet e i servizi online, possono rappresentare una soluzione efficace a garantire un maggior grado di snellimento delle trafile burocratiche e dei servizi offerti dalla Stato non solo ai cittadini, ma anche alle attività produttive, come dimostrano le Reti Civiche predisposte dai Comuni. Uno degli aspetti più innovativi e rivoluzionari che determinerà Internet sarà quello di cambiare le regole e gli stereotipi del commercio mondiale. Gli stereotipi, perché tenderà a scomparire l’immagine tradizionale del venditore, sostituito dall’interfaccia

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessio Carnevali Contatta »

Composta da 332 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1995 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.