Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sogno nel cinema: un parallelismo alla luce della teoria psicoanalitica

Il rapporto tra sogno e cinema è qui analizzato a partire dalla teorizzazione sul sogno in Freud(1899), inteso, così, come appagamento di desiderio, come la “via regia all’inconscio”, e dall’analisi del suo significato simbolico.
L’elemento onirico, è per Freud(1899) “qualcosa di inautentico, un sostituto di qualcos’altro”. E’ proprio questa inautenticità che caratterizza la falsa creazione analizzata dalla Chasseguet-Smirgel(1973). Il percorso che fa Chasseguet-Smirgel riguardo alla creatività parte da Freud ed attraversa la teorizzazione kleiniana, secondo la quale la creazione è in realtà la ri-creazione dell’oggetto distrutto dai sentimenti ambivalenti che il bambino rivolge al seno materno quando si trova nella posizione depressiva.
Lo stesso film può essere inteso come creazione artistica del regista. Studi sui film ad orientamento psicoanalitico hanno evidenziato la connessione tra il linguaggio cinematografico ed il sogno. Molti autori, tra cui Kubrick, (2000), Metz(1977), Musatti(1961) ne sono una testimonianza. Esempi riportati nella tesi sono i film:
- Alien di Riddley Scott(1986) dove tutto il film è incentrato sul mondo kleniano;
- All That Jazz-Lo spettacolo comincia di Fosse(1979), Stardust Memories di Allen (1980) e Re per una notte di Scorsese(1980) dove la tematica ruota intorno al problema del narcisismo;
- Casablanca di Curtiz(1942) dove si analizza il Complesso Edipico del protagonista, Rick.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Il rapporto tra sogno e cinema è qui analizzato a partire dalla teorizzazione sul sogno in Freud(1899), inteso, così, come appagamento di desiderio, come la “via regia all’inconscio”, e dall’analisi del suo significato simbolico. L’elemento onirico, è per Freud(1899) “qualcosa di inautentico, un sostituto di qualcos’altro”. E’ proprio questa inautenticità che caratterizza la falsa creazione analizzata dalla Chasseguet- Smirgel(1973). Il problema del falso, dell’inautentico, da un punto di vista dinamico è stato analizzato a partire da studi su pazienti paranoici. Dai loro quadri clinici è emerso come tale problema sia circoscritto all’incapacità di introiettare le caratteristiche del fallo paterno. La creazione è così, per queste persone, la capacità di darsi un fallo autonomo che rappresenta un “falso”pene. Il percorso che fa Chasseguet-Smirgel riguardo alla creatività parte da Freud, dove l’azione creativa è circoscritta ai processi primari, ed attraversa la teorizzazione kleiniana, secondo la quale la creazione è in realtà la ri-creazione dell’oggetto distrutto dai sentimenti ambivalenti che il bambino rivolge al seno materno quando si trova nella posizione depressiva. Lo stesso film può essere inteso come creazione artistica del regista. Studi sui film ad orientamento psicoanalitico hanno evidenziato la connessione tra il linguaggio cinematografico ed il sogno. Molti autori, tra cui Kubrick, si sono serviti del cinema per rappresentare il sogno, come ad esempio, nel film Eyes wide shut, 1999); autori come Gabbard(2000), Metz(1977), Musatti(1961) hanno, inoltre, dato notevoli contribuiti che ben mostrano l’influenza della psicoanalisi nell’interpretazione di film. Esempi riportati nella tesi sono i film: - Alien di Riddley Scott(1986) dove tutto il film è incentrato sul mondo kleniano; - All That Jazz-Lo spettacolo comincia di Fosse(1979), Stardust Memories di Allen (1980) e Re per una notte di Scorsese(1980) dove la tematica ruota intorno al problema del narcisismo; - Casablanca di Curtiz(1942) dove si analizza il Complesso Edipico del protagonista, Rick.

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Rossella Visciano Contatta »

Composta da 40 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6626 click dal 03/05/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.