Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La App Economy, uno strumento innovativo per lo sviluppo:il caso Africa

Economia dell'innovazione: come sviluppare le application mobili, metterle sul mercato e il ruolo socio-economico delle apps in Africa.

L’obiettivo perseguito con il seguente lavoro è stato quello di analizzare dapprima l’evoluzione del concetto di innovazione, affrontando innanzitutto alcuni contributi teorici della letteratura economica sull’innovazione collegati, soprattutto, alle teorie di Schumpeter il quale, allontanandosi da quella che era la visione statica su cui si basava la teoria neoclassica, giunse a considerare l’innovazione quale strumento efficace di sviluppo economico. Si è passati così ad esaminare come attraverso l’innovazione, l’impresa riesca a generare un valore duraturo che la renda competitiva arrivando, attraverso lo studio dell’innovazione di prodotto, alla nascita di un nuovo business: la App Economy. L’evoluzione sempre più frequente delle nuove tecnologie nel campo della telefonia ha permesso a milioni di persone di utilizzare il telefono cellulare non solo come strumento di comunicazione. Le applicazioni, ovvero i software installati o installabili sui dispositivi mobili, hanno generato un vero e proprio ecosistema, catturando l’attenzione di tutto il mondo.
E se nella parte di mondo formata dai Paesi sviluppati i dispositivi all’avanguardia e le loro applicazioni sono principalmente un business, nella parte formata dai Paesi in via di sviluppo possono assumere significati socio-economici ben diversi: per le popolazioni che vivono in condizioni di povertà possono rappresentare un fattore di crescita ed essere uno strumento per migliorare la qualità della vita. Questo lavoro di tesi, articolato in tre capitoli, riflette quello che si è appena cercato di descrivere.
Nel primo capitolo, viene introdotta la definizione di innovazione e la concezione di questa nel pensiero economico attraverso le teorie di Schumpeter e di altri economisti storici; successivamente, vengono analizzate le differenti tipologie dell’innovazione, come nasce e come si sviluppa nel tempo. Sono poi analizzate le fonti dell’innovazione, con particolare attenzione per il settore della Ricerca & Sviluppo e lo studio della conoscenza e, infine, vengono descritte le modalità del reperimento e dell’allocazione dei fondi necessari a sostenere nel tempo lo sviluppo dell’innovazione.
Nel secondo capitolo, dopo aver osservato il vantaggio competitivo per l’impresa derivante dall’innovazione, viene descritto il percorso di vita della App economy e l’impatto che questo nuovo ecosistema ha avuto nell’economia, con particolare riferimento all’Italia; dopodiché, viene esaminato come nasce una app, vengono esaminate le modalità di sviluppo di un’applicazione con l’inserimento di una breve descrizione dei vari dispositivi. Per concludere, vengono descritte le applicazioni più interessanti in circolazione sui mercati per la sostenibilità ambientale.
Infine, nel terzo ed ultimo capitolo, viene introdotto il concetto di digital divide, con particolare attenzione alla situazione di uno dei Paesi in via di sviluppo da sempre in situazione di difficoltà: l’Africa. Successivamente, viene esaminata la recente diffusione dei telefoni cellulari, verificatasi maggiormente nella parte Est del continente, e viene spiegato come i dispositivi mobili connessi alla rete siano diventati uno strumento molto utile per lo sviluppo dei tanti Paesi che compongono l’Africa.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Innovare è da sempre un’azione fondamentale nella storia dell’uomo. Negli ultimi anni si è modificata la velocità di creazione delle innovazioni, la loro rapidità di diffusione e presenza nella vita delle persone. La letteratura sull’innovazione è diventata così ampia e diversificata che è assai difficile tenersi aggiornati: non solo sono aumentati numericamente gli articoli nelle riviste di scienze sociali riguardanti l’innovazione, ma è aumentata la conoscenza dei processi innovativi, cosa li determina e il loro impatto sociale ed economico. Il carattere progressivo dell’innovazione, il suo diramarsi e ampliarsi sempre più nel tempo, ricopre un ruolo decisivo «…nella nostra società, segnata dal fenomeno della globalizzazione, che presuppone un mercato a livello mondiale in cui le compagnie operano in continua competizione, e questo fa dell’innovazione l’elemento cardine. Nella società moderna, dunque, il continuo cambiamento è uno dei pilastri portanti per aumentare le performance dell’impresa e la sua competitività. Alla base di questo continuo cambiamento vi è il processo di innovazione aziendale, lo sviluppo delle competenze organizzative, il reperimento di nuove risorse informative, la ricerca di forme di collaborazione e partnership con altre imprese. Oggi l’innovazione si caratterizza per essere sistemica e sistematica, cioè coinvolge l’impresa nella sua interezza; può essere definita, in pratica, come un processo dinamico che coinvolge tutti i membri della struttura. Questa nuova concezione di innovazione è del tutto diversa da quella classica in cui essa era vista come statica, facendo riferimento esclusivamente alla funzione di R&S. Oggi essa riguarda tutte le capacità, abilità e competenze grazie alle quali l’impresa riesce a produrre nuova conoscenza, che rappresenta la vera fonte di creazione del vantaggio…» (Ricciardella N. “Il ruolo dell'innovazione nelle dinamiche competitive. Il caso Geox.”, Salerno, 2010) e del valore. In un mondo storicamente caratterizzato dall’ineguale distribuzione della ricchezza tra i vari Paesi e le diverse possibilità per le popolazioni, l’innovazione può essere un elemento fondamentale per cercare di avvicinare tra loro le diverse realtà che popolano il pianeta. L’obiettivo perseguito con il seguente lavoro è stato quello di analizzare dapprima l’evoluzione del concetto di innovazione, affrontando innanzitutto alcuni contributi

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Piergiorgio Mazzi Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1786 click dal 10/05/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.