Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Una ricerca produttiva: I Social network e la Job activity

Dall’amicizia all’amore, passando dall’arte alla ricerca di un lavoro, i Social network si attestano ormai come uno strumento in grado di sopperire alle continue richieste di un popolo sempre più vasto ed esigente che ha via via trasformato il web rendendolo il media “portante” della “vox populi”.
Nella prima e nella seconda parte di questo studio abbiamo voluto dare le “coordinate principali” di come il web, dai suoi primi passi ad ora, abbia introdotto l’idea di “Rete” e di come la stessa abbia subìto nel tempo un evoluzione talmente veloce da attrarre oggi un numero smisurato di utenti in tutto il mondo; abbiamo analizzato a tal proposito le fasi di questo processo, identificandone i motivi principali e sottolineando i cambiamenti che hanno permesso lo storico passaggio dal “Web 1.0” al suo successore: il“Web 2.0”. Abbiamo inserito dei case studies che analizzano i Social network suddividendoli in “filoni” basati sui campi d’interesse: “generalista”(Facebook,Twitter), “Instant messaging” (Msn, Skype,Google talk), “comunità artistiche” (My Space, Flickr,My Chance) e infine di “auto promozione” (Linkedin,Jobber one); lo scopo di questo lavoro è illustrare come dalla scia di un Social network se ne siano sviluppati altri che concretamente riprendono e ampliano le potenzialità della piattaforma “padre”.
Il terzo capitolo rappresenta invece il cuore di questo lavoro: qui approfondiamo lo studio dei Social network sotto il profilo della loro “produttività”, cercando di capire se il tempo speso su queste piattaforme può portare a dei benefici concreti; a tal proposito, abbiamo preso come caso di riferimento la piattaforma Linkedin, famoso Social network per la ricerca del lavoro che offre l’opportunità a ogni singolo individuo di auto promuoversi attraverso la pubblicazione del proprio curriculum vitae multimediale; spiegheremo altresì, il motivo per la quale le persone si avvicinano a questo genere di comunità e la visibilità che ne possono ricavare.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO I “The Social world” I Social Network rappresentano oggi una delle innovazioni più importanti che il web abbia mat ur at o dal l a sua nasci t a ad or a. I l concet t o di “r et e di comuni cazi one”, realizzato già col progetto Arpanet 1 a scopo militare nel 1964, ha vissuto il punto più alto della sua evoluzione dopo quasi quarant’anni, con la nascita di vere e proprie “comunità virtuali” che ad oggi, rappresentano la fusione di tutto ciò che i media in passato offrivano separatamente. Parliamo dunque, di un fenomeno “tout court” che si muove in campi differenti, che vanno dalla comunicazione all’informazione alle relazioni interpersonali, rappresentando la “linfa vitale” di questa “rivoluzione sociale”. Prendere parte alla vita del web tramite i Social Network, significa rendersi partecipi di un movimento globalizzato che si è ramificato a tal punto da offrire tutto ciò di cui un utente ha bisogno nel minor tempo possibile; una realtà che presenta svariate potenzialità che rendono queste “nuove comunità” non solo luoghi di aggregazione sociale ma rendono il tempo trascorso su di esse “ p r o d u t t i v o ” , a t t r a v e r s o l e innumerevoli possibilità offerte dalle diverse piattaforme a disposizione. 1 acronimo di “advanced research projects agency network” fu una rete di computer pensata a scopo militare da parte dell’esercito americano durante gli anni ’60 e dalla quale, venti anni più tardi, nacque la prima bozza di rete globale che prese il nome di Internet

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Claudio Matera Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2437 click dal 08/05/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.