Skip to content

La progettazione di una struttura di trasferimento tecnologico in un contesto in via di sviluppo : Il caso del Cantone di Zenica - Doboj

Informazioni tesi

  Autore: Andrej Agacevic
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Educazione e Sviluppo delle Risorse Umane
  Relatore: Davide Diamantini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 116

In Bosnia – Erzegovina non vi sono classificazioni ufficiali per le regioni economiche. S’identificano cinque regioni economiche, basandosi sulle relazioni storiche, culturali, sociali ed economiche. Le agenzie di sviluppo regionale “RDA” sarebbero viste come fattori chiave nell’elaborazione e l’implementazione delle strategie di sviluppo al livello regionale. Essenzialmente si tratta di organizzazioni non-profit, fondati dal settore pubblico, privato e non- governativo, con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo economico.
La Bosnia – Erzegovina continua a beneficiare di una assistenza dal volume significativo nel campo dei servizi di consulenza business. Da quando è stato pubblicato il report EPPA del 2003, vi è stata una forte espansione delle agenzie di servizi e dei business center con un conseguente miglioramento della qualità. Gli attori sul territorio notano dei miglioramenti ma continuano a sottolineare la mancanza delle certificazioni di qualità riconosciute al livello internazionale come uno dei problemi principali. Anche le competenze dei ricercatori ed eventuali formatori lasciano a desiderare, si necessita di attrezzature IT moderne e vi è forte bisogno di un sostegno e consulenza da fonti esterne nelle agenzie di sviluppo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
La progettazione di una struttura di trasferimento tecnologico in un contesto in via di sviluppo 2 Il caso del Cantone di Zenica - Doboj 1.0 Repubblica di Bosnia – Erzegovina Questo capitolo intende fornire una breve introduzione sugli aspetti di contesto socio economico dell’area oggetto di studio. La Bosnia-Erzegovina ha dichiarato la sovranità nell'ottobre 1991 e di seguito l’indipendenza dall’ex Jugoslavia il 3 marzo 1992, dopo un referendum boicottato dai bosniaci di etnia serba. Questi ultimi, sostenuti dalla vicina Serbia e Montenegro, hanno risposto alla dichiarazione dell’indipendenza con la resistenza armata contro i bosniaci e i croati, con l'obiettivo di formare, lungo i confini definiti dall’occupazione di etnie omogenee, chiamaate linee etniche, l’unione dei serbi in un territorio che avrebbe preso il nome di "Grande Serbia". Nel marzo 1994, con gli accordi di Washington, i bosniaci e i croati hanno firmato un trattato che ha disposto la condivisione di una specifica area territoriale da parte dei gruppi entici bosniaco - croati, da allora chiamata Federazione di Bosnia ed Erzegovina. Il 21 novembre 1995, a Dayton, nello stato di Ohio, le parti in conflitto (bosniaci, croati, serbi) hanno siglato un accordo di pace che ha portato fine ai tre sanguinosi anni di conflitto interetnico. L'accordo definitivo è stato firmato a Parigi il 14 dicembre 1995. Gli accordi di pace di Dayton 1) hanno mantenuto le frontiere internazionali della Bosnia-Erzegovina nell’area di 51,197km2; hanno creato un governo multietnico e democratico, con il compito di condurre gli affari esteri, la diplomazia e la politica fiscale. È stato riconosciuto anche un secondo livello di governo, composto di due Entità della grandezza simile: per 51% la Federazione di Bosnia ed Erzegovina (bosniaco – croata) e per 49% la Repubblica Srpska (bosniaci di etnia serba) e il Distretto di Brcko. La Federazione ha circa 2,5 milioni di abitanti, in Distretto di Brcko Fig. 1 Bosnia – Erzegovina nell Europa Fig. 2. Divisione geopolitica 1) Dayton Peace Agreement http://www.state.gov/www/regions/eur/bosnia/dayton.html

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bosnia
bsc
agenzie di sviluppo
spark
herzegovina
zenica
ze do
rez
zeda
universita di zenica
kemal kapetanovic
tecnopark

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi