Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La dieta dei centenari di Okinawa: un segreto di longevità?

Okinawa è l’isola giapponese nota in tutto il mondo come “L’Isola dei Centenari”, per la straordinaria longevità e l’eccellente salute in età avanzata dei suoi abitanti. Numerosi studi hanno ricercato le ragioni di questa salute e di questa longevità fuori dal comune. Tra questi, il più importante è l’Okinawa Centenarian Study (OCS), effettuato dai dottori Bradley e Craig Willcox e dal dottor Makoto Suzuki a partire dagli anni Settanta, che ha portato a numerose scoperte sulla salute degli abitanti dell’isola.Dalle ricerche sui centenari di Okinawa è emerso, che i fattori genetici hanno certamente un ruolo nello sviluppo di una maggiore resistenza alle malattie infiammatorie e cardiovascolari, ma non possono da soli giustificare una tale longevità, oltre a non proteggere le persone originarie dell’isola, ma migrate nei paesi occidentali, come mostrato dallo studio sulle popolazioni di giapponesi in Brasile e alle Hawaii.I fattori ambientali sono molteplici e tra questi vi sono il clima ottimale, una stretta rete di rapporti sociali, un impegno costante al servizio della comunità, l’alta considerazione per gli anziani e gli antenati e una religiosità e una spiritualità molto sentite.Il più importante fattore ambientale resta però la dieta.Primo fattore dietetico di fondamentale importanza è l’attività fisica: gli abitanti di Okinawa sono molto attivi e impegnati in diverse attività, quali le arti marziali, le danze popolari, il giardinaggio, le passeggiate.Concludo il mio lavoro descrivendo una lista di alimenti, vegetali e spezie diffusi sull’isola e le loro proprietà benefiche per la salute.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 OKINAWA, L’ISOLA DEI CENTENARI Figura 1. Posizione di Okinawa rispetto al Giappone e agli altri paesi del Sud – Est asiatico. Okinawa è la più grande delle isole dell’arcipelago Ryukyu, circa a 800 km a sud di Kyushu, la più vicina delle 4 isole giapponesi principali. L’arcipelago comprende 161 isole, che si estendono per 1300 km tra il Giappone e Taiwan. È caratterizzato da un clima mite subtropicale, con una ricca vegetazione di palme e foresta pluviale intatta e abbondante fauna. L’omonima prefettura ha una popolazione di circa 1.34 milioni di abitanti, noti per la loro straordinaria longevità. UN PO’ DI STORIA Nel quattordicesimo secolo, Okinawa era un piccolo regno di agricoltori, pescatori e commercianti, in contatto sia con la Cina che con il Giappone, la cui lingua era simile ma non identica al giapponese. Nel 1609 i signori feudali di Kyushu conquistarono Okinawa e controllarono l’isola e i suoi affari esteri fino all’abolizione del governo reale dell’isola nel 1879, quando il Giappone ne fece una sua prefettura. Inizialmente, Okinawa era così povera ed economicamente svantaggiata da pagare le tasse al governo

Laurea liv.I

Facoltà: Farmacia

Autore: Laura Ossola Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3372 click dal 04/06/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.