Skip to content

Padre Gioacchino Prosperi. Dalle Amicizie cristiane ai valori rosminiani

Informazioni tesi

  Autore: Elena Pierotti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: daniela lombardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 132

Gioacchino Prosperi. dalle Amicizie cristiane ai valori rosminiani.
la tesi si occupa delle vicende di un sacerdote lucchese, aristocratico di nascita, divenuto gesuita in S. Andrea al Quirinale a Roma nel 1815 che, una volta trasferitosi nel 1820 a Torino, in rapporti con gli ambienti sabaudi, divenne intimo di Cesare D'Azeglio e che scrisse sul giornale del marchese "L'Amico d'Italia". nel 1826 pare sia uscito dall'ordine gesuita per abbracciare i valori rosminiani, mantenendo però stretti contatti con tutto l'entourage liberale in ambito nazionale. attivo nelle questioni risorgimentali, fu predicatore in corsica negli anni quaranta del XIX secolo, in verità svolgendo compiti di natura politica. abbracciò al momento dell'unità nazionale l'adesione al nuovo stato unitario e rimase sempre fedele, fino al momento del suo decesso nel 1873 ai valori rosminiani.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Cercando un soggetto per la mia tesi di laurea che potesse suscitare il mio interesse, ho trovato nella biblioteca labronica di Livorno un libricino, il cui contenuto è diventato argomento della mia stessa tesi. Il personaggio di cui parla Luigi Venturini, 1 autore del libro dal titolo Di Gioacchino Prosperi e delle sue vicende missionarie in Corsica, edito a Milano nel 1926, è il sacerdote lucchese Gioacchino Prosperi, vissuto nel XIX secolo, che ebbe un percorso di vita piuttosto singolare. Il sacerdote, patrizio di nascita, diventò padre gesuita in S. Andrea al Quirinale a Roma nel 1815 e trascorse un periodo iniziale in Piemonte come insegnante di grammatica superiore e lingua greca nel collegio di Novara e successivamente come Rettore e Prefetto degli Studi del collegio di Rivarolo, in provincia di Torino. In questo periodo partecipò al gruppo delle Amicizie Cristiane facenti capo alla figura di Cesare D’Azeglio. Diventò poi un seguace del pensiero rosminiano. Abbandonò pertanto l’ordine gesuita e in qualità di predicatore errante, negli anni quaranta del XIX secolo, divise il suo ministero sacerdotale tra Lucca e la Corsica. Qui, ufficialmente, fu padre missionario, in realtà non disdegnò contatti con numerosi personaggi corsi, forse legati al partito bonapartista, che lo ospitarono con cordialità, senza apparenti motivazioni religiose. Venturini presenta padre Prosperi come interessato a promuovere la Corsica in ogni suo aspetto, non solo religioso, per fare dell’isola una regione italiana, presumibilmente anche sul versante politico. Oltre a presentare le vicende missionarie corse dal 1839 al 1843, Venturini accenna al periodo in cui Prosperi, nei primi anni della sua carriera sacerdotale, era padre gesuita in provincia di Novara e di Torino. Cronologicamente dunque il breve saggio affronta le vicende del religioso nel quinquennio citato, senza omettere qualche informazione sul periodo precedente, trascorso da padre Prosperi nello Stato Sabaudo. Il percorso biografico del sacerdote vi è descritto come tortuoso, dato anche l’abbandono, forse repentino, non lo sappiamo, della Compagnia di Gesù. Padre Prosperi abbracciò infatti gli ideali rosminiani e passò da incarichi ufficiali nei collegi gesuiti ad una vita di predicatore, senza ottenere per lungo tempo né cattedre 1 Di Luigi Venturini sappiamo che ha scritto un libro che ha come soggetto alcuni storici milanesi del settecento, fra cui i Verri. Il libro si intitola Gli storici milanesi nel settecento, Milano, Ist. Edit. Scient.Tyrrenia, 1921. Venturini si è interessato anche al rapporto tra lingua italiana e dialetto milanese, pubblicando, sempre a Milano, nel 1935, un libro dal titolo L’anima del dialetto. Alcuni capitoli della storia del vivere milanese interpretati dalle vecchie espressioni dialettali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

napoleone
viaggi
corsica
gesuiti
paoli
orazione
leopoldo ii
carlo felice
fortis
prosperi
tommaseo
gioacchino
d'azeglio
carlo emanuele iv di savoia
de agostini
predicazioni
dandolo
paganini
pubblicazioni
diatribe
roothaan
melia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi