Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sigismondo Nardi, pittore di Porto San Giorgio. Le opere e le tecniche pittoriche.

Lo scopo di questo lavoro è quello di cercare di ricostruire, nel modo più completo possibile, il percorso biografico ed artistico del Nardi, contestualizzandolo nel periodo storico in cui è vissuto, analizzandone le opere e la tecnica pittorica, con riferimento anche alle cause di degrado pittorico e con una spiegazione iconografica dei motivi utilizzati dall'artista.

Mostra/Nascondi contenuto.
I N T R O D U Z I O N E Le Marche hanno dato i natali a numerosi grandi artisti del passato, come Raffaello, pittore ed architetto urbinate dell’età rinascimentale, Federico Barocci, anch’egli pittore urbinate dell’ultimo periodo del Rinascimento, i fratelli Federico e Taddeo Zuccari, pittore, architetto e trattatista il primo, pittore il secondo, originari di Sant’Angelo in Vado, ma anche ad artisti più vicini alla nostra epoca, sebbene meno noti, come quello a cui si riferisce questo lavoro di tesi, Sigismondo Nardi. Pittore, originario di Porto San Giorgio, Sigismondo Nardi ha lasciato molte opere nella nostra regione e non, anche se non si può dire altrettanto degli scritti che dovrebbero documentarle. Tenendo conto di quello che i professori universitari dicevano sempre durante i corsi seguiti in questi anni, cioè di imparare a conoscere il territorio nel quale viviamo, perché è ricco di opere che nemmeno immaginiamo ci siano, ho iniziato a documentarmi su questo pittore, partendo dalla mia realtà cittadina. Infatti il mio interesse per Sigismondo Nardi nasce dalla quotidiana osservazione di un affresco collocato sopra l’ingresso della chiesa di San Marone a Civitanova Marche, che frequento abitualmente. Uno studio più approfondito di questo affresco ha dato il via al lavoro di questa tesi. Il mio scopo non è stato tanto quello di redarre una monografia completa di questo artista, quanto quello di ricostruire nel modo il più completo possibile il percorso biografico ed artistico del Nardi, fornendo una traccia su quella che può essere stata la vita di un artista marchigiano di fine ‘800, tra volte di chiese affrescate, come a Torre di Palme, e lavori importanti, quali la decorazione del Teatro di Porto San Giorgio o quella della chiesa di Santa Maria Maggiore di Trento. Lo studio approfondito della sua attività artistica non è stato dei più agevoli, dato che, come già accennato, non esistono molti documenti scritti o testimonianze su questo personaggio facilmente reperibili, perciò ho messo insieme le informazioni, a volte anche piuttosto scarne, che sono riuscita a rintracciare, in particolar modo nell’Archivio Comunale di Porto San Giorgio e in quello Diocesano di Revò, per quel che riguarda la produzione artistica del Nardi. Sulla base di queste, ho proseguito nella ricerca del suo operato tra le Marche ed il resto d’Italia, reperendo direttamente “sul campo” documentazioni cartacee e fotografiche dei suoi lavori. Alla fine di queste ricerche, a volte anche abbastanza difficoltose, ho cercato di ricostruire, in maniera logica, il percorso artistico del pittore. 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cristina Settembri Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1189 click dal 15/06/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.