Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un sistema per l'apprendimento di modelli predittivi in reti di sensori

L'obiettivo del lavoro di tesi è stato sintetizzare un sistema per la predizione di caratteristiche numeriche e/o categoriche la cui distribuzione spazio-temporale è monitorata tramite una rete di sensori. Il sistema deve essere in grado di apprendere/aggiornare un modello predittivo che permetta di stimare le caratteristiche misurate dalla rete di sensori anche in assenza di una reale misurazione. A tale scopo sono state definite due soluzioni: GeoTreeLearner per la scoperta di alberi spaziali predittivi multi variabili e GeoStreamPredictor per il mantenimento di tali modelli in contesti di data stream mining.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Capitolo 1 Introduzione In questa tesi si affronta il problema della predizione di caratteristiche numeriche e categoriche misurate da una rete di sensori. Il contesto applicativo di riferimento è quello di una rete di sensori. L'obiettivo del lavoro di tesi è definire un algoritmo di stream data mining per l'apprendimento di modelli di predizione per dati numerici e/o categorici che consideri la dimensione spaziale della rete e la dimensione temporale del flusso (stream). Al riguardo è stato sintetizzato un algoritmo per l'induzione di alberi in data stream spazialmente distribuiti. Reti di sensori : cenni generali Una rete di sensori è un insieme di dispositivi elettronici autonomi, in grado di prelevare dati dall'ambiente circostante. Essa è caratterizzata da una architettura distribuita asimmetrica, inoltre può usufruire della tecnologia wireless per la comunicazione dei sensori. I recenti progressi tecnologici nel campo microelettromeccanico, nelle comunicazioni wireless e nell'elettronica digitale hanno portato allo sviluppo di piccoli apparecchi a bassa potenza e costi contenuti, multifunzionali e capaci di comunicare tra loro tramite tecnologia wireless a raggio limitato. Questi apparecchi, chiamati nodi sensori, sono costruiti con componenti in grado di rilevare grandezze fisiche come: posizione spaziale, temperatura, umidità, ecc., di elaborare tali rilevamenti e comunicare tra loro. Un sensore è comunemente inteso come un semplice trasduttore che si trova in diretta interazione con il sistema misurato. I sensori sono quindi installati in prossimità oppure all'interno della superficie di azione del fenomeno da osservare. I sensori, inoltre, sono prodotti e distribuiti in massa, con costo di produzione trascurabile e con dimensioni e pesi molto ridotti. Ognuno di essi possiede una riserva di energia limitata e non rinnovabile ed una volta messo in opera deve lavorare autonomamente. Perciò, essi devono mantenere costantemente i consumi molto bassi, in modo da avere un maggior ciclo di vita. Per ottenere la maggior quantità possibile di dati occorre effettuare una massiccia distribuzione di sensori (nell'ordine di migliaia o decine di migliaia) in modo da avere una alta densità (fino a 20 nodi/ m 3 ) e far sì che i nodi siano tutti vicini tra loro, condizione necessaria affinché possano comunicare. I nodi sensore all'interno di una rete hanno la possibilità di collaborare tra loro, essendo questi provvisti di un processore on-board; grazie al quale, ciascun nodo, invece di inviare dati grezzi ai nodi responsabili della raccolta dei dati, possa effettuare delle semplici elaborazioni e trasmettere solo i dati richiesti e già elaborati. Le reti di sensori sono oggi una intrascurabile sorgente di informazione: ad esempio, possono garantire bassi errori di misurazione, fornire informazioni in tempo reale anche da ambienti ostili e ridurre i costi di acquisizione/trasmissione dei dati collezionati. Esse possono essere utilizzate su una ampia schiera di applicazioni, come: militare, scientifica, industriale, medica e domestica. Lo scopo fondamentale di una rete di sensori è di produrre su un periodo esteso di tempo, una informazione globale significativa ottenuta da una serie di dati locali provenienti dai singoli sensori.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Ripalta Paciello Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 997 click dal 20/06/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.