Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi del processo di liberalizzazione del settore ferroviario in Italia: problemi aperti e prospettive future

Durante un periodo congiunturale di crisi economica, la scelta di liberalizzare i servizi, cioè di aprire i relativi mercati all’ingresso di nuovi operatori, è uno degli strumenti a disposizione dei Governi per aumentare il grado di concorrenza tra le imprese, al fine di perseguire maggiori livelli di efficienza, di innovazione e di qualità dei servizi erogati. L'analisi è focalizzata sul processo di liberalizzazione in Italia di un settore di pubblica utilità di particolare importanza per le esigenze di mobilità sociale, ovvero il settore del trasporto ferroviario. Scopo della ricerca è stato quello di analizzare lo stato di attuazione di tale processo, che ad oggi è ancora in fase di sviluppo, sia da un punto di vista legislativo, e sia da un punto di vista sostanziale. A tale proposito, viene fornita una descrizione della situazione attuale del mercato ferroviario, con un’analisi critica relativa ai vincoli e agli ostacoli che sino ad oggi hanno impedito in Italia una piena apertura del settore ferroviario alla concorrenza. Inoltre, con una visione prospettica, si forniranno delle considerazioni circa gli scenari futuri e le proposte per un effettivo miglioramento della situazione generale.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La liberalizzazione dei servizi, privati e pubblici, ha avuto una progressiva estensione nel sistema comunitario europeo. Tale processo comporta l’apertura alla concorrenza dei mercati attraverso la riduzione o l’eliminazione degli ostacoli, di qualsiasi natura, che incidono sull’accesso alle attività di fornitura dei servizi e sul loro esercizio. Spesso il processo di liberalizzazione ha comportato l’erosione di rilevanti monopoli, come accaduto in diversi settori di servizi di pubblica utilità (Public Utilities). In un contesto, come quello attuale, caratterizzato da una situazione di crisi economica, dove i governi europei, tra cui soprattutto quello italiano, sono impegnati a risanare i pesanti deficit dei propri bilanci pubblici, la scelta politica di liberalizzare i servizi permette di introdurre nell’ambito dell’economia nazionale fattori di stimolo al miglioramento continuo, all’efficienza, all’innovazione, ad una migliore qualità complessiva del servizio erogato, ad un abbassamento dei prezzi. In Italia, infatti, uno dei più importanti interventi effettuati dall’attuale governo tecnico di recente costituzione, presieduto dal Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti, è stato quello di introdurre nuove liberalizzazioni (ad es. nel settore della fornitura di carburante) e di accelerare i processi di apertura alla concorrenza già in essere, tra cui quello relativo al settore dei trasporti. Scopo del presente lavoro è analizzare le caratteristiche del processo di liberalizzazione in Italia del mercato del trasporto ferroviario, che rappresenta un

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Gabriele Chirizzi Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3772 click dal 20/07/2012.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.