Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Personalità, valori e scelte di consumo degli elettori salentini: uno studio di marketing politico

Nel contesto politico attuale, in cui le tradizionali appartenenze ideologiche influenzano sempre meno il comportamento di voto degli elettori, ed aumenta invece sempre più la percentuale di soggetti indecisi o sfiduciati nei confronti della politica, diventa essenziale per un partito analizzare le caratteristiche psicologiche dell’elettorato, per progettare e realizzare un programma che sia in grado di soddisfare il cittadino-elettore ed ottenere così il suo consenso.
Le strategie di un partito, dunque, per essere di successo, devono essere finalizzate alla soddisfazione dell’elettore, e il prodotto politico (programma elettorale, candidato, simbolo, slogan) che viene offerto deve essere adeguatamente differenziato e propagandato.
La presente ricerca intende effettuare uno studio di marketing politico con lo scopo di tracciare un profilo dei tratti psicologici strutturali e tendenzialmente duraturi degli elettori salentini del centro-destra e del centro-sinistra. Primo obiettivo della ricerca è stato quello di individuare le eventuali differenze presenti fra gli elettori dei due poli riguardo le caratteristiche generali della loro psicologia, quelle che prescindono, cioè, da specifici ambiti e situazioni, e servono a fornire una descrizione generale della personalità e delle credenze di ciascuno. Secondo obiettivo della ricerca è stato quello di analizzare le caratteristiche psicologiche degli elettori dei due poli con riferimento a specifici ambiti, analizzando i costrutti relativi alla Religiosità, al Materialismo, e ai motivi che spingono a fare shopping .

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 1.1 Prefazione In Italia, i risultati delle ultime elezioni regionali dell’aprile del 2005 sono stati caratterizzati, rispetto al passato, da una maggiore mobilità di voto tra i due poli che contraddistinguono l’attuale contesto politico — il centro-destra ed il centro-sinistra — e da una minore influenza esercitata dalle ideologie politiche. Infatti, secondo un’indagine condotta dal CENSIS (2005), l’istituto italiano per la ricerca socioeconomica, una rilevante percentuale di elettori italiani ha deciso per chi votare solo in fase di campagna elettorale e, soprattutto in Puglia, ha influito significativamente sulla loro scelta di voto la qualità personale dei candidati e le promesse contenute nei loro programmi. La maggior parte degli elettori, inoltre, ha dichiarato di aver perso fiducia nella classe politica italiana. Attualmente, quindi, per l’elettorato italiano le convinzioni ideologiche sembrano contare sempre meno, e il voto diventa maggiormente espressione dell’immagine percepita dei leader politici, nonché delle aspettative e desideri che vengono creati dalle promesse elettorali effettuate nel periodo antecedente le elezioni. In particolare, diversi studi (ad esempio, Caprara, Barbaranelli, e Zimbardo 2002; Caprara, Barbaranelli, e Zimbardo 1999) hanno dimostrato che è la corrispondenza tra le caratteristiche della personalità dei singoli elettori e le caratteristiche percepite dei candidati politici che orienta maggiormente le

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Gabriele Chirizzi Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 510 click dal 20/07/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.