Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuove Schiavitù. Dalla Prostituzione minorile alla Pedopornografia

Nel presente lavoro di tesi vengono analizzati e discussi i tristi fenomeni del maltrattamento e dell'abuso sessuale a danno dei minori. Sono presentati un excursus sul maltrattamento e le sue origini storiche, le varie tipologie di maltrattamento e le conseguenze che questo provoca nei soggetti abusati. All'interno del secondo capitolo vengono trattati fenomeni collegati strettamente all'abuso sessuale sui minori: prostituzione minorile, turismo sessuale pedofilo e pedopornografia. Vengono analizzate le forme e le metodologie di sfruttamento sessuale minorile sia nei pesi sottosviluppati che in quelli industrializzati. Vi è un cenno anche su quel che riguarda la normativa italiana in materia di sfruttamento minorile. infine, nel terzo capitolo sono affrontati tutti i tipi di interventi riabilitativi che possono essere praticati sia sulla "vittima" che sul "sex offender".

Mostra/Nascondi contenuto.
  5 INTRODUZIONE Nel presente lavoro di tesi vengono affrontati e discussi alcuni temi di rilevanza sociale strettamente legati al problema degli abusi e dei maltrattamenti sui minori. Il primo capitolo si apre con un excursus storico sul maltrattamento con il quale si mette in evidenza come la violenza sui minori esista dalla Notte dei Tempi e sia un problema che affligge ogni società in qualsiasi luogo del mondo. Vengono poi presentati e classificati i diversi tipi di maltrattamento che possono essere così riassunti: maltrattamento fisico, maltrattamento psicologico, trascuratezza e le tre varianti patologiche della fornitura di cure (incuria, discuria ed ipercuria). L’abuso sessuale è un’altra forma di violenza compiuta a danno dei minori e, probabilmente, quella più grave per la salute fisica e psicologica del bambino. Anche gli abusi sessuali possono essere classificati in base al rapporto che lega abusante ed abusato: intrafamiliare, se l’abusante è un componente della famiglia; perifamiliare, quando il sex offender è costantemente a contatto con la famiglia del piccolo pur non facendone parte; extrafamiliare,se l’abusante è completamente esterno alla famiglia. Strettamente connessa all’abuso sessuale del minore, la pedofilia può essere intesa come una perversione sessuale che spinge l’individuo a ricercare un contatto erotico con un bambino. Il pedofilo è un individuo che predilige intrattenere rapporti sessuali con un minori prepuberi, e che cerca di evitare quelli con gli adulti a causa di una sua incapacità relazionale.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Eleonora Bavasso Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4238 click dal 02/07/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.