Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Condizioni di equilibrio economico-finanziario dei confidi e relazione banca-impresa

Il presente lavoro è un'enorme banca dati sui confidi. Si analizzano infatti in modo approfondito i confidi italiani e stranieri e si pongono in evidenza le evoluzioni normative e i problemi gestionali e reddituali di tali soggetti. Si analizzano anche le problematiche legate alla sottocapitalizzazione delle PMI. I capitoli più tecnici vedono in primo luogo una ricerca a livello teorico di una commissione minima di equilibrio cui associare il rating dell'impresa garantita e in secondo luogo una doppia analisi sui bilanci dei confidi: da un lato abbiamo l'analisi dei dati aggregati di bilancio di un campione molto ampio di confidi italiani per trarre conclusioni circa le condizioni a livello reddituale, patrimoniale e finanziario e dall'altro l'analisi dei bilanci di 4 confidi presi singolarmente ( Fidimpresa Liguria e Coopfidi quali confidi di piccole dimensioni e Unionfidi ed Eurofidi quali confidi di grandi dimensioni). Utilizzando i dati aggregati di bilancio come punto di riferimento si è effettuato un confronto tra i 4 confidi e i dati aggregati stessi e tra i dati dei confidi di piccole dimensioni con quelli di grandi dimensioni, traendo interessanti conclusioni circa la possibilità di tali soggetti di operare in condizioni di equilibrio economico sia nell'attuale fase recessiva sia nella futura fase espansiva.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1 – COSA SONO I CONFIDI 1.1 Il contesto italiano: un’analisi quali-quantitativa del fenomeno. Confidi ex art. 155 e ex art. 107 del TUB La Banca d’Italia da una definizione quanto mai appropriata dei protagonisti di questo lavoro, infatti definisce i Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente l'attività di rilascio di garanzie collettive dei fidi e i servizi connessi o strumentali, a favore delle piccole e medie imprese associate, nel rispetto delle riserve di attività previste dalla legge. I Confidi sono quindi delle istituzioni finanziarie che affiancano e supportano le p.m.i. ai fini dell’accesso al credito bancario. Tale obiettivo è raggiunto attraverso l’erogazione di servizi quali: - concessione di garanzie; - valutazione del merito di credito; - affiancamento negli adempimenti burocratici relativi al processo di assegnazione del credito; - consulenza (soprattutto finanziaria). I confidi in Italia sono solitamente nati da associazioni di categoria; altri soggetti invece sono legati ad enti pubblici, come Camere di commercio o Regioni. Ogni confidi fa riferimento a federazioni di consorzi di garanzia direttamente dipendenti dalle associazioni di categoria; tali federazioni sono 7 1 , alle quali si affiancano altre di minor importanza: 1 “ll sistema dei Confidi in Italia Strategie e tendenze evolutive”, a cura di Paola De Vincentiis, Marco Nicolai, Bancaria editrice, 2010

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Alpa Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2578 click dal 25/07/2012.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.