Skip to content

Inviati senza frontiere. I barzini e l'evoluzione di un mestiere

Informazioni tesi

  Autore: Anna Amato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Sergio Campailla
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

Quante le dinastie succedutesi che hanno fatto e fanno questo Paese. L’Italia dei grandi casati, vanta forse una delle più riconosciute dinastie al mondo. Una famiglia che ha cavalcato cento anni di storia e che come una calamita si è trovata sempre lì dove la storia si è fatta.
E’ stata la famiglia dei giornalisti Barzini a conquistare una popolarità mondiale, al di qua e al di là dell’oceano. Ancora oggi, come decine di anni fa, il cognome Barzini è sinonimo di grande giornalismo.
Da Luigi Barzini Senior che ha dato prestigio all’inizio dello scorso secolo alla mitica figura dell’inviato fino al figlio, che non condivide solo la stessa professione ma anche lo stesso nome, Luigi Barzini Junior. Uno spirito cosmopolita che si tramanda di generazione in generazione, una garanzia di qualità, imparzialità e spessore intellettuale.
Due grandi inviati di guerra, che in nome dell’informazione, hanno vissuto la drammaticità che ogni conflitto si porta dietro.
Nell’elaborato dedicato alla penna di una famiglia unica nel suo genere, verrà analizzata la figura del reporter in guerra attraverso le vite di Barzini Senior prima e Barzini Junior poi, il loro ruolo nelle trincee e la censura che ogni volta ha bastonato la verità.
Sarebbe risultato di scarsa utilità viaggiare nel tempo e appassionarsi alle avventure irripetibili dei Barzini senza aver contestualizzato il loro lavoro. Così nei primi due capitoli attraverso brevi excursus, si è affrontata la nascita dell’inviato di guerra e la sua evoluzione, l’elaborazione di un buon reportage che come si vedrà sarà continuamente viziato dalla censura, fino ad arrivare alla figura più attuale di giornalismo embedded, ossia il tipo di informazione elaborata da giornalisti aggregati alle truppe della coalizione anglo-americana nel secondo conflitto iracheno.
Attraverso aneddoti, pagine di diario, articoli di giornale, lettere d’amore si è ripercorsa la vita di quei due giornalisti che hanno lasciato il segno nella storia e malgrado tutto sono caduti nel dimenticatoio.
I loro viaggi, le loro corrispondenze ricche di innovazioni stilistiche hanno appassionato milioni di persone: inglesi, americani e italiani, quegli stessi italiani fortemente castigati nel celeberrimo long - seller di Barzini Junior “The Italians” .
Molti per servire i lettori hanno dato la vita, nomi altisonanti figurano in un albo d’oro che tuttavia i giovani di oggi non conoscono affatto, tra questi i Barzini. Ma ormai l’epoca d’oro del reportage è tramontata. Il mondo è a portata di mano e le informazioni arrivano in tempo reale attraverso internet e la tv. Si è accennato seppur brevemente nell’ultimo capitolo ai vantaggi come alle problematiche che i nuovi media comportano.
L’informazione in tempo reale per quanto sia importante non ha certo la presunzione di reputarsi sempre attendibile, anzi il più delle volte, le fonti non sono verificate e le voci di corridoio vengono spacciate come fatti accertati.
E’ proprio nell’ultimo capitolo che il lettore potrà concludere che il giornalismo, ieri e oggi, è sempre stato un po’ bugiardo, ha sempre fatto partigianerie, non è mai stato clemente con chi nella menzogna non ci ha sguazzato e i due Barzini ne sono un esempio lampante.
Il mio lavoro vuole essere un umile omaggio, seppur condensato in poche pagine, a due colossi del giornalismo che non hanno mai scritto ciò che non hanno visto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Quante le dinastie succedutesi che hanno fatto e fanno questo Paese. L’Italia dei grandi casati, vanta forse una delle più riconosciute dinastie al mondo. Una famiglia che ha cavalcato cento anni di storia e che come una calamita si è trovata sempre lì dove la storia si è fatta. E’ stata la famiglia dei giornalisti Barzini a conquistare una popolarità mondiale, al di qua e al di là dell’oceano. Ancora oggi, come decine di anni fa, il cognome Barzini è sinonimo di grande giornalismo. Da Luigi Barzini Senior che ha dato prestigio all’inizio dello scorso secolo alla mitica figura dell’inviato fino al figlio, che non condivide solo la stessa professione ma anche lo stesso nome, Luigi Barzini Junior. Uno spirito cosmopolita che si tramanda di generazione in generazione, una garanzia di qualità, imparzialità e spessore intellettuale. Due grandi inviati di guerra, che in nome dell’informazione, hanno vissuto la drammaticità che ogni conflitto si porta dietro. Nell’elaborato dedicato alla penna di una famiglia unica nel suo genere, verrà analizzata la figura del reporter in guerra attraverso le vite di Barzini Senior prima e Barzini Junior poi, il loro ruolo nelle trincee e la censura che ogni volta ha bastonato la verità. Sarebbe risultato di scarsa utilità viaggiare nel tempo e appassionarsi alle avventure irripetibili dei Barzini senza aver contestualizzato il loro lavoro. Così nei primi due capitoli attraverso brevi excursus, si è affrontata la nascita dell’inviato di guerra e la sua evoluzione, l’elaborazione di un buon reportage che come si vedrà sarà continuamente viziato dalla censura, fino ad arrivare alla figura più attuale di giornalismo embedded, ossia il tipo di informazione elaborata da giornalisti aggregati alle truppe della coalizione anglo-americana nel secondo conflitto iracheno. Attraverso aneddoti, pagine di diario, articoli di giornale, lettere d’amore si è ripercorsa la vita di quei due giornalisti che hanno lasciato il segno nella storia e malgrado tutto sono caduti nel dimenticatoio. I loro viaggi, le loro corrispondenze ricche di innovazioni stilistiche hanno appassionato milioni di persone: inglesi, americani e italiani, quegli stessi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

giornalismo on line
inviati di guerra
luigi barzini senior
mattei matteotti moro
luigi barzini junior
i barzini oggi
la verità in guerra
giornalisti al fronte di guerra
strage di falluja
censura del giornalismo in guerra
conflitto iraqueno
il corriere della sera albertini
attacco torri gemelle
come nasce inviato da guerra
embeeded 2012
giornalista on line
golpe inglese
the italians il libro di luigi barzini junior
il giornalismo da guerra ieri e oggi
la guerra per il petrolio in italia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi