Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La dispersione scolastica. Analisi del fenomeno nella città di Rossano

La dispersione scolastica è un fenomeno molto diffiso nella società in modo particolare nei paesi economicamente e culturalmente più avanzati. La dispersione scolastica è definita come la prematura uscita degli studenti dal sistema scolastico e vi rientrano anche i ritardi, le non ammissioni agli anni succesivi, le irregolarità nelle frequenze, i debiti formativi, le interruzzioni e le ripetenze. Il fenomeno è strettamente legato a diversi fattori quali l'incapacità della scuola di dare risposte concrete agli studenti, condizioni economiche e culturali della famiglia di provenienza, scarsa motivazione all'apprendimento, incapacità di istaurare rapporti con i propri coetani e con gli insegnanti.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La dispersione scolastica è un fenomeno molto diffuso nella società di oggi e riguarda particolarmente i paesi economicamente e culturalmente più sviluppati. La dispersione scolastica non è però un problema dei giorni nostri, ma in realtà ha radici molto lontane, e cercare di colmare questa grande piaga sociale non è semplice, ma al contrario difficile. La dispersione scolastica è definita come l’uscita prematura degli studenti dal sistema scolastico e vi rientrano i ritardi, le non ammissioni agli anni successivi, le irregolarità nelle frequenze, i debiti formativi, le interruzioni, le ripetenze ed è in sintesi il disagio scolastico nell’età dell’obbligo che porta a non completare il corso di studio. Il fenomeno è strettamente legato a diversi fattori come la scuola che spesso non riesce a dare risposte concrete agli studenti, i quali trovandosi nel periodo dell’adolescenza, vivono situazioni e trasformazioni che dovrebbero essere supportate dalla scuola e dagli insegnati. Esistono anche altri fattori quali le condizioni economiche e culturali della famiglia di provenienza, in cui le ricerche condotte evidenziano che chi proviene da ceti sociali bassi è più esposto a vivere il fenomeno della dispersione; i fattori individuali caratterizzati dalla scarsa motivazione o capacità nell’apprendimento, dalla difficoltà nell’istaurare rapporti con i propri coetanei e con gli insegnati. La dispersione scolastica è presente nella scuola superiore di primo grado e, soprattutto, nella scuola superiore di secondo grado, mentre è quasi del tutto assente nelle scuole primarie. L’istruzione, nella società moderna, è di basilare importanza perché permette l’acquisizione di conoscenze importanti sia per il futuro lavorativo dell’individuo e per la formazione del cittadino del domani, che per la sviluppo economico del Paese. Questo fenomeno riguarda molti paesi europei fra cui anche l’Italia la quale occupa uno dei primi posti nella graduatoria. L’Italia da questo punto di vista sembra divisa in due parti, da una parte il Nord, ricco, sviluppato, industrializzato, tecnologicamente avanzato, in cui tale fenomeno risulta meno evidente rispetto al resto d’Italia. Il Sud, al contrario, vive una situazione molto critica, determinata da arretratezza, mancato sviluppo industriale, tassi di disoccupazione molti alti, disagio giovanile, microcriminalità, deprivazione

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Rossella Iozzolino Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4870 click dal 28/08/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.