Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La disciplina dei contratti internazionali nell'evoluzione del diritto cinese

Il presente lavoro nasce dall'esigenza, per gli investitori stranieri, di conoscere il funzionamento della disciplina contrattuale in Cina e di come questa debba essere applicata a livello internazionale.
Per tale motivo, la tesi è strutturata in cinque capitoli: il primo fornisce un background storico-culturale dell'evoluzione del sistema giuridico cinese nel XX secolo. Il secondo ed il terzo capitolo trattano in maniera esauriente la legge sui contratti del 1999 e la disciplina applicata ad alcuni contratti tipici (agenzia, intermediazione, franchising).Gli ultimi due capitoli si rivolgono alle problematiche di diritto internazionale privato, cioè alla legge applicabile a contratti commerciali internazionali e alle diverse modalità di risoluzione delle controversie, ripercorrendo tutte le tappe salienti dell'evoluzione della normativa cinese.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 L'apertura della Cina al commercio internazionale: dal 1978 all'ingresso nella World Trade Organization 1.1 I risvolti interni ed internazionali della politica delle “Quattro Modernizzazioni” Nonostante i sorprendenti dati economici possano indicare il contrario, la Cina ha sviluppato e intensificato i rapporti politico-commerciali con il mondo esterno solamente a partire dalla seconda metà del XX secolo. L'ostilità e la chiusura prima, così come l'apertura e una maggior fiducia nei confronti delle nazioni straniere poi, sono senza alcun dubbio strettamente legate alla storia stessa del Paese di Mezzo, dove, per circa un trentennio, il regime comunista guidato da Mao Zedong ha saldamente sostenuto e inculcato il proprio pensiero sulla base dell'ideologia marxista-leninista. Dal 1° ottobre 1949, anno di fondazione della Repubblica Popolare Cinese, al 9 settembre 1976 1 , Mao Zedong si è fatto promotore di iniziative di successo, come la vittoria rivoluzionaria contro il Partito Nazionalista, l'edificazione della Cina socialista, la lotta contro il sottosviluppo e l'indipendenza nazionale. D'altro canto però, il Grande Timoniere ha visto intrecciarsi a queste conquiste gravi insuccessi, tra cui il fallimento del Grande Balzo in Avanti (1958-1960) e la Rivoluzione Culturale (1966-1976) 2 , che causarono la perdita di innumerevoli vite umane. 1 Data di morte di Mao Zedong. 2 Per ulteriori approfondimenti storici cfr. G. Samarani, La Cina del Novecento. Dalla fine dell'Impero ad oggi, Torino, 2008, pp. 223-227 e 249-281; cfr. anche J.P. Brady, Justice and Politics in People's China, London, 1982, p. 154 ss. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alice Viscardi Contatta »

Composta da 234 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2855 click dal 30/08/2012.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.