Skip to content

L'evoluzione delle relazioni Italo-Libiche dalla presa di potere di Gheddafi al Trattato di Amicizia, Paternariato e Cooperazione tra la Repubblica Italiana e la Jamahiriyya Araba.

Informazioni tesi

  Autore: Margherita Belgioioso
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Barbara Airò
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

Le nuove opportunità per il Regime
Alla fine del 2004 Tripoli era tornata ad essere una città fiorente, la Libia aveva l’opportunità di progettare un nuovo futuro economico e di ricostruire la propria economia per una crescita stabile, parzialmente indipendente dalle risorse petrolifere, che nel lungo termine avrebbe beneficiato tutta la popolazione. Ciò avrebbe comportato alcuni cambiamenti nei fondamenti ideologici del regime. Il nuovo pragmatismo libico era il riconoscimento che anche gli stati “rivoluzionari” camminavano inevitabilmente verso forme di razionalizzazione e istituzionalizzazione. La “nuova Libia” non avrebbe più fatto affidamento sul terrorismo come strumento politico, né utilizzato quelle istituzioni che davano forza ai dicktat del regime e alle quali già negli anni novanta erano stati tagliati gran parte dei fondi. Tuttavia, la completa liberalizzazione dell’economia del paese sarebbe dovuta andare di pari passo con importanti cambiamenti nel sistema politico insieme a garanzie di maggiore sicurezza per gli investitori, presa di responsabilità e trasparenza rispetto ai contratti. La Libia non ha mai dimostrato la capacità di attuare fino in fondo le riforme economiche che tuttavia riconosceva come necessarie e la ragione di ciò è rintracciabile nelle strutture sociali e politiche nelle quali è radicata la sua economia politica, “ le istituzioni del Paese, spesso create come diretta reazione alle forze economiche internazionali durante gli anni dei boom petroliferi, apparvero irremovibili nell’affrontare le crisi finanziarie che minacciavano le vecchie politiche distributive”. Per lungo tempo il Paese era rimasto immune da rivolte, come invece era accaduto ad altri paesi della regione, per due ordini di ragioni: l’esistenza di un vasto settore della sicurezza e la possibilità di accesso continuo alle entrate ricavate dal settore petrolifero. La spinta ad operare più efficacemente nell’economia e ad utilizzare le ricchezze nazionali a favore di tutti i libici si era palesata, ma mancavano i segnali di cambiamento del sistema di governo e con esso le garanzie istituzionali che questa meta venisse realmente perseguita.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il mio lavoro nasce dalla curiosità stimolata dalla mia visita in Libia: ho infatti partecipato, nell’estate del 2009, all’iniziativa promossa dall’Università di Pavia, volta sia a promuovere l’incontro tra giovani, sia a favorire la cooperazione culturale e scientifica tra Università, iniziativa resa possibile nel quadro del trattato bilaterale tra i due Paesi entrato in vigore in Italia nel gennaio dello stesso anno. Ho trovato di grande interesse l’analisi della storia delle relazioni tra i due Stati considerando la diversità delle forme di governo e le note ed alterne vicende storiche. Il primo capitolo è tutto dedicato alla contestualizzazione storica a partire dagli anni del colonialismo italiano, e quindi a quella parte di storia contemporanea che ha creato i presupposti del colpo di stato militare e della presa di potere di Gheddafi. Il secondo capitolo tratta invece delle politiche nazionali e delle contingenze internazionali che la Libia ha affrontato nell’immediato periodo successivo all’instaurazione del nuovo regime. Nei capitoli successivi svolgo un’ analisi specifica delle relazioni e delle mosse diplomatiche che hanno segnato il cammino del rapporto tra i due stati mediterranei dopo la cacciata della comunità italiana dalla Jamahiriyya e fino al recente trattato di amicizia. Per fare ciò è stato necessario considerare le rispettive aree internazionali di provenienza e le contingenze storiche internazionali, le quali, sicuramente, non possono essere ignorate nella formazione della politica estera di un Paese; ma è stato anche molto importante considerare gli interessi interni che hanno primariamente istruito la modalità e il contenuto delle relazioni intercorse tra i due Paesi nel corso di questi 40 anni .

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

trattato
regime
libia
gheddafi
tripoli
paternariato
rivolte

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi