Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Statistica nel Betting

Il gioco non è un'invenzione dei tempi moderni: è vecchio almeno quanto l'uomo e le sue radici affondano nell'antichità. Le classiche e moderne scommesse sportive, nascono alla fine del XIX secolo nel Regno Unito, in Francia e negli Stati Uniti, dapprima sulle corse ippiche per poi diffondersi in tutto il mondo ed essere successivamente proposte per le altre discipline sportive. Al giorno d'oggi, il mercato del betting ha fatto registrare una notevole crescita sia dal punto di vista di bookmakers operanti, sia dall'ingente volume di raccolta di scommesse; inoltre, lo sviluppo e l'evoluzione degli attuali mezzi di comunicazione hanno reso possibile la realizzazione di sistemi informatici che consentono a chiunque di scommettere direttamente per via telematica. Naturalmente, la dinamicità e l'espansione del settore, oltre che il grande "appeal" e la passione che le scommesse e il gioco esercitano da sempre sugli uomini, hanno indotto ad uno studio spontaneo e diligente delle principali caratteristiche del betting al fine di conoscere e comprendere le nozioni fondamentali e le regole di base per poter operare efficacemente in questo campo.
La presente tesi si pone l'obiettivo di ricercare, sperimentare ed elaborare nuove metodologie di gioco per aumentare la probabilità di successo nelle scommesse sportive mediante l'aiuto di elementi e conoscenze statistiche, dimostrando in questo modo che, nell'ambito del betting, lo studio della Statistica risulta essenziale ai fini del rendimento effettivo del proprio lavoro. Tale obiettivo nasce dalla crescente consapevolezza che la Statistica può essere definita uno strumento imprescindibile per tutti gli operatori del settore, sia che essi siano bookmakers o semplici scommettitori. Pronosticare il risultato di uno specifico evento e scommettere sull'esito di quell'evento stesso è il meccanismo di base di tutte le scommesse. Lo scommettitore dovrà necessariamente confrontarsi con la Statistica nel momento in cui vuole effettuare un pronostico stimando, seppur soggettivamente, la probabilità di realizzazione dell'esito selezionato.
Questo lavoro, vuole presentare al lettore determinati fondamenti statistici che, affiancati ad alcuni concetti basilari del betting, comprovino e palesino la Statistica come disciplina precipua per formalizzare e risolvere correttamente numerose problematiche che caratterizzano l'ambiente in cui viviamo, principalmente quelle che richiedono di operare in condizioni di incertezza. Ogni argomento è sviluppato con precise definizioni, seguite dai teoremi più rilevanti e da esempi comprensibili che mirano a rafforzare e a consolidare i concetti teorici descritti. La tesi si compone di una prima parte teorica, nella quale sono forniti al lettore gli strumenti, il lessico ed il formalismo necessari per affrontare e comprendere gli obiettivi preposti. In particolare, sono introdotti il calcolo combinatorio, la teoria della probabilità, le variabili aleatorie ed i loro momenti, le distribuzioni di probabilità richiamate nei casi applicativi, le definizioni elementari del betting quali scommessa sportiva, bookmaker, quota, rendimento effettivo e rischio di una scommessa, i concetti di profitto del bookmaker, Sure bet, Value bet ed, infine, il Money management e il Masaniello. Segue una seconda parte, nella quale vengono utilizzati i concetti teorici per sviluppare e formalizzare due casi applicativi: il metodo "Over 0.5" e il sistema a correzione d’errore "Triplo 1X2". Il lavoro si conclude con un capitolo sulle possibili estensioni di studio e prospettive di ricerca. Nel sottolineare che i contenuti del presente volume sono circoscritti agli argomenti sviluppati, ci si auspica che l'interesse suscitato spinga il lettore ad apprezzabili approfondimenti laddove non sia stato possibile dedicare maggiore spazio.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il gioco non è un'invenzione dei tempi moderni: è vecchio almeno quanto l'uomo e le sue radici affondano nell'antichità. Basti pensare che già nell'antica Grecia e Roma, come testimoniano parti di dadi e di oggetti simili alle carte moderne rinvenute da archeologi e storici, gli uomini amavano puntare denaro o beni di altro genere su qualsiasi evento sportivo e non. Le classiche e moderne scommesse sportive, sulle quali vengono offerte delle quote per la possibilità che si verifichi uno specifico evento, nascono alla fine del XIX secolo nel Regno Unito, in Francia e negli Stati Uniti, dapprima sulle corse ippiche per poi diffondersi in tutto il mondo ed essere successivamente proposte per le altre discipline sportive. Al giorno d'oggi, il mercato del betting ha fatto registrare una notevole crescita sia dal punto di vista di bookmakers operanti, sia dall'ingente volume di raccolta di scommesse; inoltre, lo sviluppo e l'evoluzione degli attuali mezzi di comunicazione hanno reso possibile la realizzazione di sistemi informatici che consentono a chiunque di scommettere direttamente per via telematica. Naturalmente, la dinamicità e l'espansione del settore, oltre che il grande "appeal" e la passione che le scommesse e il gioco esercitano da sempre sugli uomini, hanno indotto ad uno studio spontaneo e diligente delle principali caratteristiche del betting al fine di conoscere e comprendere le nozioni fondamentali e le regole di base per poter operare efficacemente in questo campo. La presente tesi si pone l'obiettivo di ricercare, sperimentare ed elaborare nuove metodologie di gioco per aumentare la probabilità di successo nelle scommesse sportive mediante l'aiuto di elementi e conoscenze statistiche, dimostrando in questo modo che, nell'ambito del betting, lo studio della Statistica risulta essenziale ai fini del rendimento effettivo del proprio lavoro. Tale obiettivo nasce dalla crescente consapevolezza che la Statistica può essere definita uno strumento imprescindibile per tutti gli operatori del settore, sia che essi siano bookmakers o semplici scommettitori. Pronosticare il risultato di uno specifico evento e scommettere sull'esito di quell'evento stesso è il meccanismo di base di tutte le scommesse. Lo scommettitore dovrà necessariamente confrontarsi con la Statistica nel momento in cui vuole effettuare un pronostico stimando, seppur soggettivamente, la probabilità di realizzazione dell'esito selezionato; è possibile fare lo stesso discorso per i bookmakers, i quali devono compiere un'accurata e scrupolosa analisi matematico-statistica dei dati e delle informazioni

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Marco D'Andrea Contatta »

Composta da 116 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4782 click dal 07/09/2012.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.