Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La partecipazione delle donne alla rivolta Mau Mau tra memorie private e amnesie collettive

Gli studi sulla partecipazione femminile al movimento Mau Mau hanno registrato negli ultimi anni importanti contributi innovativi. Gran parte della letteratura sull’argomento individua nelle fonti orali uno strumento essenziale per dare voce all’esperienza delle donne nel nazionalismo e contrastare la tendenza a sottovalutare i ruoli femminili nella sfera politica. I lavori più recenti evidenziano l’importanza del contributo femminile alla protesta anticoloniale africana (di cui il movimento Mau Mau fu un caso specifico) e, nello stesso tempo, forniscono alcuni spunti significativi per analizzare il modo in cui il colonialismo ha potuto trasformare e condizionare i ruoli politici e sociali delle donne1. In Kenya, il nazionalismo femminile e quello maschile agirono contemporaneamente per protestare contro lo sfruttamento del lavoro, l’alienazione dalla terra e l’erosione della cultura africana determinati dal dominio britannico: inoltre, la partecipazione delle donne alle contestazioni antieuropee introdusse alcune trasformazioni fondamentali della società kenyota, in particolare nella definizione dello status politico e giuridico femminile all’interno del futuro stato postcoloniale.
Questo lavoro si incentra essenzialmente sull’analisi della trasformazione dei ruoli femminili, avvenuta in Kenya dalla fine dell’800 alla vigilia dell’indipendenza nel 1962, intensificata dal significativo coinvolgimento delle donne kikuyu nella politica di protesta contro il governo coloniale tra gli anni ’20 e la rivolta Mau Mau.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Introduzione. Gli studi sulla partecipazione femminile al movimento Mau Mau hanno registrato negli ultimi anni importanti contributi innovativi. Gran parte della letteratura sull’argomento individua nelle fonti orali uno strumento essenziale per dare voce all’esperienza delle donne nel nazionalismo e contrastare la tendenza a sottovalutare i ruoli femminili nella sfera politica. I lavori più recenti evidenziano l’importanza del contributo femminile alla protesta anticoloniale africana (di cui il movimento Mau Mau fu un caso specifico) e, nello stesso tempo, forniscono alcuni spunti significativi per analizzare il modo in cui il colonialismo ha potuto trasformare e condizionare i ruoli politici e sociali delle donne 1 . In Kenya, il nazionalismo femminile e quello maschile agirono contemporaneamente per protestare contro lo sfruttamento del lavoro, l’alienazione dalla terra e l’erosione della cultura africana determinati dal dominio britannico: inoltre, la partecipazione delle donne alle contestazioni antieuropee introdusse alcune trasformazioni fondamentali della società kenyota, in particolare nella definizione dello status politico e giuridico femminile all’interno del futuro stato postcoloniale 2 . Questo lavoro si incentra essenzialmente sull’analisi della trasformazione dei ruoli femminili, avvenuta in Kenya dalla fine dell’800 alla vigilia dell’indipendenza nel 1962, intensificata dal significativo coinvolgimento delle donne kikuyu nella politica di protesta contro il governo coloniale tra gli anni ’20 e la rivolta Mau Mau: il conflitto politico tra africani ed europei durò a lungo, coinvolse gran parte della popolazione kenyota, mise in discussione la politica sociale coloniale e ne accelerò le riforme. L’indagine sui mutamenti dello status socio-politico femminile nel Kenya coloniale scaturisce dal riscontro di un notevole gender gap all’interno della storiografia del nazionalismo africano e 1 Cfr. Parpart J. e Staudt K., Women and the State in Africa, Boulder, Lynne Rienner, 1987; Berman B. e Lonsdale J., “Coping with the contradictions: the development of the colonial state in Kenya, 1895-1914” in Journal of African History, 20 (1979), pp.487-505. 2 Cfr. Santoru Marina E., Politica coloniale e nazionalismo in Kenya. Le donne e il movimento Mau Mau, Torino, L’Harmattan Italia, 1996, p.8.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Eliana Ciaramella Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 543 click dal 07/09/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.