Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi tridimensionali di componenti intagliati soggetti a Modo II e Modo III

L'argomento è inerente alla Meccanica della Frattura (scienze delle costruzioni), in particolare all'analisi del campo di tensione in pezzi intagliati soggetti a forze esterne applicate. Il mio studio si basa sulla simulazione mediante il codice di calcolo ANSYS, codice agli elementi finiti FEM. In sostanza effettuo uno studio tridimensionale, sia in regime lineare elastico che elasto-plastico, di piastre in acciaio aventi intagli a spigolo vivo e raccordati. La finalità dell'elaborato è quella di analizzare i modi indotti, ossia gli effetti delle tensioni indotte tridimensionalmente nei componenti e valutarne gli effetti, in termini numerici e ingegneristici.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 Introduzione I componenti meccanici utilizzati nelle costruzioni industriali possono presentare una grande varietà di intagli aventi geometrie diverse (raccordati, a spigolo vivo, con fori circolari, ecc..) i quali possono in certi casi portare alla rottura del componente poiché perturbano la distribuzione nominale di tensione. I parametri geometrici di un intaglio che risultano essere più importanti per lo studio del campo tensionale sono: il raggio di raccordo all’apice dell’intaglio ρ, l’angolo di apertura 2α, la semi-ampiezza dell’intaglio a e lo spessore del componente t. In Fig.1 e 2 sono riportati i parametri geometrici dell’intaglio e le coordinate di riferimento. Figura 1 Parametri geometrici dell’intaglio     r    rr  r y x  2  Figura 2 Coordinate polari di riferimento

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Matteo Marsetti Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 819 click dal 18/09/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.