Skip to content

Michael Haneke. La perversione delle immagini

Informazioni tesi

  Autore: Gabriele Foralosso
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Rosamaria Salvatore
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

Un excursus attraverso i film di questo grande regista.
Il senso dell’immagine nel cinema di Michael Haneke è un concetto estremamente dinamico che si regge su un equilibrio instabile fatto di percezioni e di piccoli e invisibili spostamenti dello sguardo. Il fluire interminabile di immagini che avvolge la vita dell’uomo contemporaneo offusca la percezione e annulla il senso critico delle singole persone , le quali sotto l’incessante bombardamento di pixel televisivi vivono in una realtà aliena e virtuale.
Si può dire che Haneke individui nella manipolazione dell’immagine, e nell’impossibilità umana di contenere il dolore, l’origine scatenante di questo ritorno al primitivismo e cerca di costruire le sue immagini prevalentemente attorno a due elementi: il tempo e lo stacco in nero. Il tempo dilatato delle scene porta lo spettatore a non vedere semplicemente la scena, ma ad osservarla. L’inquadratura monocroma successiva alle immagini invita lo spettatore a riflettere, a ritrovare magari dentro di se un momento simile della sua esistenza. Tale scelta espressiva, può metaforicamente indicare un‘assenza, una mancanza di senso, la vanità dell’esistere.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3  Introduzione “Non ci ho capito nulla. Ma come finisce? Chi mandava le videocassette?“ E’ stato questo il pensiero che mi è subito passato per la mente al termine della visione di Niente da nascondere, vincitore del premio alla regia nel 2005 al festival di Cannes, regia appunto di Michel Haneke. Da tempo un film non m’incollava cosi al grande schermo, ma, soprattutto, non mi faceva sentire cosi “impotente” di fronte alla voglia di capire cosa il film volesse dirmi. L’unica cosa che avevo capito era che il film andava rivisto e che bisognava cercare di individuare elementi che magari erano sfuggiti a una prima visione. Ma una seconda visione non basta a capire dove sia il bandolo della matassa che imprigiona Anne e Georges Laurent, nomi ricorrenti nei film di Haneke. “ Nel corso delle due ore di proiezione, Haneke riflette (e ci fa riflettere) sul presente e sul passato, sull’impossibilità di dimenticare e di espiare le proprie colpe. Tanto meno nasconderle. E’ un film sulla Verità e sulla Menzogna. E’ un film in cui qualcuno mente, forse più d’uno, forse tutti. Tranne il regista.” 1 Il film Niente da nascondere raccoglie gran parte dei temi cari ad Haneke , regista controverso che si è guadagnato spazio tra i grandi nomi con un cinema che parla di noi, un cinema non di genere, ma un cinema che ci guarda dentro. Usa la macchina da presa come un chirurgo usa il suo bisturi, e ci mostra (o non ci mostra e attraverso ciò ci fa capire) le leggi che regolano la nostra vita, ci svela ciò che forse cerchiamo di non vedere, ci parla di dolore e morte che tendiamo di solito a nascondere, e nasconde invece il lato bello della vita. “Autore controcorrente, spiazzante per la violenza estrema dei suoi film e sorprendente per l'originalità delle storie che racconta. Affronta la categoria della famiglia borghese smontandone tutte le apparenze, la sensualità e i pregiudizi sono sviscerati in modo profondo. Una carriera cinematografica intellettuale che stringe le inquadrature su temi scottanti, diventando un vero maestro della negazione, un autore che non lascia mai indifferenti.” 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema
perversione
haneke
immagine
alienazione
manipolatore
niente da nascondere
cache
funny games
der siebente kontinent
benny’s video
71 fragmente einer cronologie des zufalls
code inconnu
la pianiste
le temps du loup
das weiße band

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi