Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il discorso mediatico dell'Ecoturismo attraverso l'analisi linguistica di un corpus comparabile

Partendo dal presupposto che i quotidiani svolgono un ruolo fondamentale nella trasmissione di informazioni influenzando l’opinione e i comportamenti del pubblico di lettori in relazione al tema dell’ecoturismo, questo contributo mira ad evidenziare le differenze nella rappresentazione ideologica di tale fenomeno, individuando le inclinazioni espresse dalla lingua in relazione a credenze, valori e norme appartenenti al gruppo sociale di chi legge stampa di qualità.

La domanda di ecoturismo, concepito come nicchia del mercato del turismo, ha visto in tempi recenti un incremento esponenziale in seguito ad una maggiore attenzione rivolta nei confronti di tematiche attuali, tra cui l’impatto ambientale. In una prospettiva che abbraccia tre lingue (inglese britannico, inglese americano e italiano), la ricerca indaga il diverso approccio che i quotidiani mostrano nei confronti dell’ecoturismo, dell’ecoturista e della vacanza ecoturistica analizzando in prospettiva critica le valutazioni positive e negative espresse dalle strategie linguistiche adottate dal discorso mediatico.

I dati analizzati derivano da un corpus comparabile assemblato ad hoc che include articoli di tre quotidiani di qualità per ognuna delle lingue analizzate, selezionati in base alla provenienza dalla sezione Viaggi/Travel, all’orientamento politico (per ogni lingua sono presenti un quotidiano di destra, uno di sinistra e uno economico) e allo span temporale che va dal 1999 al 2011, al fine di valutare l’evoluzione del fenomeno dell’ecoturismo. Partendo dalla domanda di ricerca principale, ovvero la rappresentazione ideologica del discorso mediatico dell’ecoturismo, e avvalendosi dell’analisi del discorso e della linguistica dei corpora, si identificano le valutazioni positive o negative nei confronti del turismo ecologico.

I risultati dell’indagine evidenziano e confermano differenze di valutazione dei concetti “ecoturismo”, “ecoturista” e “vacanza ecoturistica”, che si concretizzano attraverso strategie linguistiche dettate dall’ideologia propria dei quotidiani e atte a far acquisire o meno al lettore consapevolezza riguardo all’importanza di salvaguardare la natura e l’ambiente.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Capitolo 1 Introduzione Il lavoro che qui presentiamo, si propone di illustrare quale rappresentazione ideologica del fenomeno dell’ecoturismo emerga da un’analisi svolta mediante l’approccio della Corpus Linguistics. I dati utilizzati per rispondere a tale scopo provengono da un corpus comparabile composto da articoli di quotidiani britannici, americani e italiani di alta qualità, provenienti esclusivamente dalla sezione Viaggi/Travel. L’arco temporale preso in esame per costruire i tre sub- corpora di analisi va dal 1999 al 2011, ovvero contempla i tre anni che precedono il 2002, Anno Internazionale dell’Ecoturismo, e si estende ai giorni nostri. Tale span temporale è finalizzato ad approfondire come la concezione di questa recente forma di turismo si sia evoluta nel corso degli anni nel Regno Unito, in America e in Italia. La scelta di curarsi dell’ecoturismo e della rappresentazione di una nuova tipologia di viaggio e di turista si fonda sul fatto che il turismo ecologico, sebbene si sia affermato e sviluppato in modo significativo, continua a rimanere lontano dalla percezione dei singoli individui. Ciò è confermato dal fatto che, nonostante la dichiarazione di Quebec del 2002 su principi e teorie dell’ecoturismo, la definizione piø condivisa di tale concetto sia quella coniata nel 1983 da Ceballos- LascurÆin e che ancora oggi il termine venga spesso confuso con “turismo sostenibile” (si veda capitolo 3). In una prospettiva che abbraccia tre lingue (italiano, inglese britannico e inglese americano), l’obiettivo è puntato sulla possibilità di individuare le differenti rappresentazioni ideologiche dell’ecoturismo, dell’ecoturista e di una nuova forma di vacanza rispettosa dell’ambiente attraverso quelle caratteristiche del discorso che segnalino valutazioni e prospettive. L’approccio mediatico all’ecoturismo attraverso la quality press, ovvero la stampa di alta qualità, offre la possibilità di verificare quale tipo di informazione venga veicolata e come sia selezionata da ogni quotidiano. In tal senso, entrano in gioco concetti quali gatekeeping (Clark 2007: 21), ovvero la determinazione delle

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Roberta Giannoni Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1036 click dal 02/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.