Skip to content

I delitti contro l’incolumità pubblica, con particolare riferimento al reato di incendio

Informazioni tesi

  Autore: Gaetano Gusmano
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: UKE - Università Kore di Enna
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Facoltà di Scienze Economiche e Giuridiche
  Relatore: Andrea Di Landro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 72

A fronte dell’emersione di nuove forme di aggressione giuridica - da parte di attività pericolose ma socialmente utili - ai beni tradizionali (si pensi ai beni collettivi come l’ambiente, l’economia ecc…) e ai nuovi beni privi di substrato fattuale (c.d. beni ideali) da tutelare, il ricorso sempre più massiccio alla tecnica di tutela penale anticipata è quasi obbligatorio.
Si parla, appunto, di “società del rischio” in cui l’elemento del pericolo non è solo frutto di condotte criminali ma scaturisce anche da comportamenti diffusi e totalmente leciti che diventano il normale prezzo da pagare per lo sviluppo di una società industriale moderna e produttiva.
Sul piano dell’intervento penale, risulta oggi più che mai fondamentale il ruolo della categoria dei reati di pericolo che, comportando un arretramento della soglia di punibilità, sanzionano anche comportamenti di mera esposizione al pericolo di beni che si caratterizzano per la loro particolare rilevanza.
In quest’ottica è evidente che il bene giuridico collettivo della pubblica incolumità, quale l'integrità e sicurezza di un numero indeterminato di soggetti della congregazione sociale, svolge una funzione di pre-condizione per il pieno esplicarsi dei beni individuali personalissimi.
Fra i reati di pericolo, la fattispecie del reato di incendio, pur avendo origine molto remote nella tradizione penalistica, costituisce tutt’ora una previsione di fondamentale e attuale importanza; non vi è dubbio, infatti, che l’incendio rappresenti uno dei più gravi pericoli per la comunità.
Anche nel diritto attuale il legislatore dimostra un certo rigore nei confronti del reato di incendio in ragione della considerazione che tale delitto ha caratteristiche del tutto peculiari per la facilità della sua esecuzione e i suoi possibili effetti devastanti. Tra l’altro, la tematica risulta sempre più delicata ed attuale in considerazione anche dello sviluppo del “diritto penale dell’ambiente” finalizzato alla tutela specifica del nostro patrimonio forestale e delle aree protette che puntualmente, ogni estate, viene aggredito da numerosi eventi di incendio boschivo.
Nello specifico, va detto che la considerazione normativa dell’incendio diverge da quello della coscienza pubblica in quanto ai fini di configurare il reato di incendio, non è sufficiente la sola presenza di un fuoco e di abbruciamento di cose ma è altresì necessaria…

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Nell’odierna “società del rischio”, l’elemento del pericolo potenziale per l’incolumità pubblica è socialmente accettato e condiviso, entro certi limiti, come una componente ineliminabile che diventa il normale prezzo da pagare in corrispondenza dello sviluppo tecnologico, scientifico e produttivo. La parola “rischio” è diventata, infatti, ormai una delle più diffuse nel nostro lessico anche per la sua immediata efficacia evocativa: espressioni come “rischio nucleare”, “rischio ambientale”, “soggetti a rischio” sono ormai comuni e aumentano quel senso di incertezza che accompagna la vita umana. Anche se il concetto di rischio e di pericolo non possiedono una connotazione penalistica esclusiva, identificandosi piuttosto in un tema sul quale il legislatore impegna una pluralità di strumenti giuridici di natura differente, alla scienza del diritto (a quella penalistica in particolare) tocca il compito di fissare il grado massimo di esposizione a pericolo dei beni giuridici e fornire adeguata tutela contro quei fenomeni dannosi derivanti dall’incombenza dei vari rischi. Si comprende bene, quindi, l’importanza odierna della previsione dei reati di pericolo attraverso i quali il legislatore anticipa la tutela penale dalla fase della realizzazione del danno al bene tutelato a quella della sua semplice messa in pericolo; ovviamente, poiché ciò comporta un allargamento dell’area dell’illecito penale, tale anticipazione deve costantemente confrontarsi con l’indispensabile requisito della necessaria offensività in quanto soltanto un pericolo oggettivamente rilevabile e verificabile può legittimare un’anticipazione della tutela penale evitando fenomeni di abusive iper-criminalizzazioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

prevenzione
pericolo
fuoco
incendio
incolumità pubblica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi