Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuove forme di responsabilità penale internazionale dell'individuo: La Joint Criminal Enterprise

I gravi conflitti che hanno colpito la ex Jugoslavia ed il Ruanda hanno comportato la necessità, da parte dei Tribunali Penali Internazionali ad hoc, di individuare nuove forme di responsabilità penale internazionale nei confronti di tutti coloro considerati colpevoli di aver svolto assistenza agli autori materiali degli atti criminosi.
L’elaborato intende approfondire le origini di una forma di responsabilità penale internazionale dell’individuo che si è affermata nella prassi dei Tribunali Penali Internazionali ad hoc per la ex Jugoslavia ed il Ruanda: la Joint Criminal Enterprise, con la quale i giudici internazionali hanno attribuito a membri di un gruppo la responsabilità penale per tutti quei crimini commessi in assistenza ad un piano comune o per crimini che erano la prevedibile conseguenza del medesimo piano.
Tale lavoro intende analizzare dapprima lo sviluppo progressivo della responsabilità penale internazionale dell’individuo, soffermandosi con attenzione ai casi di responsabilità penale dell’individuo, per crimini di gruppo e per conspiracy, dinanzi al Tribunale di Norimberga alla fine del secondo conflitto mondiale.
Di seguito sono esaminati gli elementi costitutivi della Joint Criminal Enterprise e le sue diverse forme attraverso l’analisi della giurisprudenza dei casi più importanti giudicati dai Tribunali ad hoc.
Infine, nell’ultima parte dell’elaborato, sono esaminati i più recenti sviluppi della Joint Criminal Enterprise in alcuni importanti processi davanti ai Tribunali Penali Internazionali “misti”, con particolare attenzione ai casi riguardanti il conflitto in Sierra Leone.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Nell'ambito del diritto internazionale penale, accanto ad una responsabilità penale internazionale dell'individuo si è progressivamente sviluppata una forma di responsabilità penale nei confronti di individui colpevoli di aver svolto azioni di assistenza agli autori materiali di atti criminosi. L'elaborato intende approfondire le origini di una forma di responsabilità penale internazionale dell'individuo affermatasi nella prassi giurisprudenziale dei Tribunali penali internazionali per l'ex Jugoslavia e per il Ruanda, ovvero la Joint Criminal Enterprise (JCE), attraverso la quale i giudici internazionali hanno attribuito ai membri di un gruppo la responsabilità penale per crimini commessi in assistenza ad un piano comune o per crimini che erano la prevedibile conseguenza del medesimo piano. Nella prima parte del presente lavoro si intende esaminare il progressivo sviluppo della responsabilità penale internazionale dell'individuo, della responsabilità per i crimini di gruppo e della responsabilità per conspiracy nell'ambito dei Tribunali militari internazionali di Norimberga e di Tokyo nei casi riguardanti individui accusati di pianificazione, istigazione ed assistenza ad un atto criminoso. Di seguito, saranno esaminati gli elementi costitutivi della Joint Criminal Enterprise e le sue diverse forme attraverso una attenta analisi della giurisprudenza dei Tribunali ad hoc per l' ex-Jugoslavia e per il Ruanda.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Lucio Todisco Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1323 click dal 19/10/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.