Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di una applicazione Android per il monitoraggio delle persone anziane non autosufficienti

Sviluppo di una applicazione per smartphone o tablet Android che effettua il monitoraggio della temperatura corporea esterna del paziente.
Durante un periodo di tempo (normalmente 15 giorni) viene rilevata la temperatura corporea esterna del soggetto ad intervalli di 10 minuti. Inoltre il paziente, sempre durante il periodo di monitoraggio, è tenuto a memorizzare all'interno dell'app le attività quotidiane che svolge (es. cena dalle 21 alle 22 ecc). L'app mette in relazione le attività da lui svolte con le temperature rilevate dal misuratore creando vari grafici allo scopo di poter scoprire la causa di eventuali sbalzi di temperatura.

L'applicazione in questione si trova qui
https://play.google.com/store/apps/details?id=monitoraggio.temperatura

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione E' ormai pacificamente acquisito che da qualche anno a questa parte, stiamo vivendo nel bel mezzo di una rivoluzione tecnologica senza precedenti. Ormai tramontata l'epoca dei computer, stiamo entrando nell'era dello smartphone: dovunque ci si trovi, il mondo usa sempre di più il cellulare. Sbaglierebbe chi afferma che ciò sta avvenendo secondo un percorso di mera continuità, poiché essa è solo apparente: più vicino al vero è che nel corso degli anni, a prevalere sono gli elementi di rottura, i cambiamenti di rotta a 180° e le innovazioni radicali e rivoluzionarie (rispetto al passato) e che più che di un percorso rettilineo di evoluzione, si debba ricorrere all' immagine di “rivoluzioni ricorrenti”. Per quanto sia difficile accettarlo, in un mondo che è costretto - pena la sua stessa sopravvivenza - a reinventarsi continuamente, l'obsolescenza costituisce un pericolo di una gravità sempre maggiore, a causa della sua subdola inarrestabilità. Per gli addetti ai lavori e per chi – pur non essendolo - ormai lo utilizza in numero sempre più grande in tutto il mondo, uno smartphone 1 (la cui traduzione italiana è telefonino intelligente) è un dispositivo mobile che abbina, alle ormai consuete funzionalità di un cellulare, una potenza di calcolo e una capacità di memorizzazione elevatissime, quasi come quelle di un computer. Si dà peraltro ampiamente per scontato che un telefonino della nuova generazione oggi racchiuda più potenza informatica ("computing power") dell’Apollo 11 con cui la Nasa trasportò il primo uomo sulla luna 2 , e che esso oggi consente all'utente, 1 Tratto da wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Smartphone 2 La velocità di funzionamento dell’Apollo guidance computer era di 1,024 MHz, quello di un cellulare dei nostri tempi è di circa 1,4 GHz, ovvero 1.400 MHz: insomma, 1.300 volte più veloce. Idem per la Ram: l’Apollo 11 viaggiava nello spazio con una Ram con una capacità 2 milioni di volte inferiore a uno smartphone. Tratto da http://www.ilritaglio.it/2012/scienze-tecnologie/il-computer-dellapollo-11-meno- potente-di-un-moderno-cellulare/ 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Mauro Attardi Contatta »

Composta da 94 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4477 click dal 30/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.