Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Uscire dal tunnel: il percorso terapeutico delle comunità per tossicodipendenti

L'elaborato si propone di presentare una panoramica della tossicodipendenza e, in particolare, di analizzare il tema relativo al trattamento di tipo residenziale. Affinchè fosse possibile raggiungere questo obiettivo, è stato adottato come orientamento di riferimento l’approccio bio-psico-sociale. La trattazione parte dall’analisi del problema tossicodipendenza declinandolo nelle sue dimensioni biologiche, psicologiche e sociali. La definizione del fenomeno e di chi lo rappresenta, l’analisi dell’eziologia e delle principali conseguenze sulla persona e sui sistemi con cui essa entra in contatto, prosegue nella descrizione delle più diffuse metodologie di gestione della tossicodipendenza, dalla prevenzione alla riduzione del danno, concentrandosi maggiormente sul ruolo delle comunità terapeutiche, che rappresentano il tema nodale dell’elaborato.
Le strutture comunitarie sono descritte partendo dalle origine storiche, fino alle proposte attuali: vengono analizzati gli obiettivi a breve e a lungo termine, le fasi del percorso, le principali figure professionali al loro interno e le dinamiche caratteristiche della vita comunitaria.La parte finale esplora l’aspetto valutativo, focalizzandosi sulla valutazione dell’outcome all’interno delle comunità terapeutiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Le comunità terapeutiche rappresentano una realtà centrale nella gestione della tossicodipendenza, sia per il ruolo che hanno rivestito negli anni come luogo privilegiato di riabilitazione del tossicodipendente, sia per il grande potenziale terapeutico che detengono. A fronte delle trasformazioni che hanno interessato il campo delle dipendenze sul versante personale e sociale, nasce la necessità di adeguare anche le strutture comunitarie a questi cambiamenti, affinchè il patrimonio di conoscenze ed esperienze da esse acquisito non venga perso e, al contrario, possa continuare ad offrire un aiuto specifico a quanti lo richiedano. Questo elaborato si propone di presentare una panoramica della tossicodipendenza e, in particolare, di analizzare il tema relativo al trattamento di tipo residenziale. Affinchè fosse possibile raggiungere questo obiettivo, è stato adottato come orientamento di riferimento l’approccio bio-psico-sociale. La trattazione parte dall’analisi del problema tossicodipendenza declinandolo nelle sue dimensioni biologiche, psicologiche e sociali. La definizione del fenomeno e di chi lo rappresenta, l’analisi dell’eziologia e delle principali conseguenze sulla persona e sui sistemi con cui essa entra in contatto, prosegue nella descrizione delle più diffuse metodologie di gestione della tossicodipendenza, dalla prevenzione alla riduzione del danno, concentrandosi maggiormente sul ruolo delle comunità terapeutiche, che rappresentano il tema nodale dell’elaborato. Le strutture comunitarie sono descritte partendo dalle origine storiche, fino alle proposte attuali: vengono analizzati gli obiettivi a breve e a lungo termine, le fasi del percorso, le principali figure professionali al loro interno e le dinamiche caratteristiche della vita comunitaria. La riabilitazione del tossicodipendente è garantita dalla presenza di programmi residenziali, i quali vengono presentati nei loro elementi basilari, per passare all’enunciazione dei più diffusi programmi di recupero italiani. La parte finale esplora l’aspetto valutativo, focalizzandosi sulla valutazione dell’outcome all’interno delle comunità terapeutiche: vengono presentate le caratteristiche generali e i principali contributi europei e italiani in questo campo. Infine, l’ultimo paragrafo è dedicato all’applicazione dei sistemi valutativi e degli

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giulia Bondone Contatta »

Composta da 202 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6179 click dal 07/11/2012.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.