Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La ricerca della flessibilità. Competitività e tutele nel mercato globale

La tesi si prefigge di mostrare l'importanza che assume il diritto del lavoro, e quindi le regole che disciplinano i rapporti, affinché si sviluppi un'economia equa e competitiva. Per fare ciò viene analizzata la legislazione italiana in materia, con particolare riferimento alla normativa sui licenziamenti (articolo 18 su tutti), alle tipologie contrattuali atipiche (flessibilità in entrata) e alle riforme più recenti in materia (legge 92/2012, la c.d. riforma fornero). Infine vengono esposte una serie di considerazioni attraverso le quali si cerca di valorizzare la flessibilità delle risorse umane, fonte di vantaggio competitivo per l'impresa in grado di sfruttarne i molteplici aspetti nel rispetto del personale a disposizione (non solamente la semplice flessibilità numerica, spesso dannosa nel lungo periodo, ma anche quella retributiva, funzionale e temporale).

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Poche parole, ma una dedica speciale: all’”Italia Migliore”, quell’Italia che lavora o che cerca lavoro. Un lavoro che stia a significare emancipazione, benessere, realizzazione e soprattutto rispetto

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Arciprete Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1547 click dal 21/12/2012.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.