Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La competizione cinese: modalità di ingresso e strategie di crescita per le PMI italiane nel paese del dragone. Alcune esperienze del Made in Italy

To get rich is glorious: le parole di Deng Xiaoping stanno oggi trovando conferma. Se per lungo tempo le imprese italiane si sono relazionate con la Cina attraverso la delocalizzazione dei processi produttivi, oggi la crescente capacità di acquisto della popolazione cinese, sempre più affascinata dal prestigio targato Made in Italy, spinge le PMI italiane a definire nuove strategie di penetrazione del mercato locale.
Emerge la necessità di passare da una fase difensiva del mercato nazionale all'ingresso dei prodotti provenienti dalla Cina, a una fase proattiva di espansione della presenza dei prodotti italiani sul mercato asiatico. La ricerca si è posta come obiettivo l'individuazione dei fattori di successo e dei modelli di business più idonei su cui possono basarsi le PMI italiane per le loro strategie di presenza e sviluppo internazionale verso la Cina.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA La spinta innescata dal processo di globalizzazione e le prime pionieristiche iniziative imprenditoriali mosse sul mercato cinese dalle aziende occidentali narravano di una nuova frontiera tutta da conquistare, caratterizzata da manodopera a basso costo e un miliardo di nuovi consumatori. La storia recente, tuttavia, ha rivelato scenari differenti. In vent'anni la Cina ha saputo imporre il proprio ruolo di super potenza economica cambiando radicalmente lo status quo degli equilibri economici mondiali. Obiettivo del lavoro è individuare i fattori di successo e i modelli di business più corretti su cui possono basarsi le imprese italiane per le loro strategie di presenza e sviluppo internazionale verso la Grande Cina. Un'impresa orientata ad aumentare il proprio peso economico su scala internazionale non può non considerare il mercato più grande e competitivo al mondo. Ciò che l'elaborato si propone è parlare direttamente alle piccole e medie imprese che caratterizzano il tessuto industriale italiano. I ragionamenti proposti sono di speranza e di ottimismo nei confronti delle opportunità che si possono cogliere dal relazionarsi con la Cina. Finalità ultima del lavoro sarà quella di fornire un quadro più sofisticato delle pratiche di espansione in territorio cinese. Spesso le imprese italiane vedono nella Cina solo una piattaforma di approvvigionamento, mentre quello che si vuole sottolineare nella trattazione riguarda un'espansione più ambiziosa che dia utili spunti alle imprese per accettare la sfida proposta dal mercato asiatico: quella di esportare il Made in Italy in un paese che possiede una percezione di eccellenza dell'Italia negli ambiti di innovatività, design, prestigio e 2

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Margherita Biagi Contatta »

Composta da 215 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2533 click dal 22/11/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.