Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Console Nintendo Wii® Nella Riabilitazione Di Pazienti Neurologici Adulti. Revisione Sistematica Della Letteratura

Introduzione - Negli ultimi anni la realtà virtuale ha trovato un’interessante applicazione nei percorsi riabilitativi. Attualmente è considerata la tecnologia più innovativa e le si attribuisce un grosso potenziale d’impatto nella riabilitazione neuromotoria. Se fino ad oggi gli elevati costi dei sistemi più evoluti non ne hanno consentito un utilizzo su larga scala, l’avvento delle più recenti console per videogiochi può permettere di superare questo limite, garantendo un’elevata qualità ad un costo accessibile. Tra le console, Nintendo Wii® è sempre più utilizzata nei centri riabilitativi di tutto il mondo grazie alla sua semplicità d’uso ed alla possibilità di collegarla a svariate periferiche. Questa revisione sistematica si propone di valutare l’applicabilità e l’eventuale efficacia di Nintendo Wii® nel trattamento riabilitativo di pazienti neurologici adulti.

Metodi - Sono stati interpellati i database elettronici Pubmed, PEDro, The Cochrane Library, EMBASE e CINAHL. La ricerca è stata condotta per combinazione di keywords, in particolare “Wii”, “Rehabilitation”, “Physical Therapy”, “Physiotherapy”, “Reliability” e “Validity”. I criteri di inclusione prevedevano studi su pazienti adulti affetti da qualsiasi patologia neurologica. Tra gli outcome valutati l’interesse è stato rivolto ad equilibrio, funzione motoria e usabilità/sicurezza.

Risultati - Sono stati selezionati 203 articoli potenzialmente utili ai fini della ricerca. Di questi solo 11 rispondevano a tutti i criteri di inclusione: 3 RCT, 6 studi osservazionali e 2 revisioni. Le patologie trattate erano Cerebrolesioni Acquisite, Sclerosi Multipla e Malattia di Parkinson, con popolazioni di pazienti eterogenee per età e condizioni cliniche. Da tutti gli studi sono emersi miglioramenti dei parametri di equilibrio statico e dinamico mentre è rimasto incerto il ruolo del sistema virtuale nel recupero della funzione dell’arto superiore. Gli autori concordavano nel ritenere Nintendo Wii uno strumento con alti livelli di usabilità e sicurezza, non essendosi mai verificati eventi avversi.

Conclusioni - L’utilizzo di un programma riabilitativo con Nintendo Wii può migliorare l’equilibrio statico e dinamico, come dimostrato dai risultati dei test di valutazione. Il suo effetto sulla funzione motoria dell’arto superiore non è ancora suffragato da risultati significativi, e saranno pertanto necessari ulteriori studi per verificarne l’efficacia e gli specifici contesti d’utilizzo. Questa console rappresenta uno strumento sia affidabile dal punto di vista tecnico sia sicuro ed esente da rischi, quando utilizzata sotto supervisione del terapista su pazienti con deficit motorio lieve o moderato.

Mostra/Nascondi contenuto.
RIASSUNTO Introduzione. Negli ultimi anni la realtà virtuale ha trovato un’interessante applicazione nei percorsi riabilitativi. Attualmente è considerata la tecnologia più innovativa e le si attribuisce un grosso potenziale d’impatto nella riabilitazione neuromotoria. Se fino ad oggi gli elevati costi dei sistemi più evoluti non ne hanno consentito un utilizzo su larga scala, l’avvento delle più recenti console per videogiochi può permettere di superare questo limite, garantendo un’elevata qualità ad un costo accessibile. Tra le console, Nintendo Wii® è sempre più utilizzata nei centri riabilitativi di tutto il mondo grazie alla sua semplicità d’uso ed alla possibilità di collegarla a svariate periferiche. Questa revisione sistematica si propone di valutare l’applicabilità e l’eventuale efficacia di Nintendo Wii® nel trattamento riabilitativo di pazienti neurologici adulti. Metodi. Sono stati interpellati i database elettronici Pubmed, PEDro, The Cochrane Library, EMBASE e CINAHL. La ricerca è stata condotta per combinazione di keywords, in particolare “Wii”, “Rehabilitation”, “Physical Therapy”, “Physiotherapy”, “Reliability” e “Validity”. I criteri di inclusione prevedevano studi su pazienti adulti affetti da qualsiasi patologia neurologica. Tra gli outcome valutati l’interesse è stato rivolto ad equilibrio, funzione motoria e usabilità/sicurezza. Risultati. Sono stati selezionati 203 articoli potenzialmente utili ai fini della ricerca. Di questi solo 11 rispondevano a tutti i criteri di inclusione: 3 RCT, 6 studi osservazionali e 2 revisioni. Le patologie trattate erano Cerebrolesioni Acquisite, Sclerosi Multipla e Malattia di Parkinson, con popolazioni di pazienti eterogenee per età e condizioni cliniche. Da tutti gli studi sono emersi miglioramenti dei parametri di equilibrio statico e dinamico mentre è rimasto incerto il ruolo del sistema virtuale nel recupero della funzione dell’arto superiore. Gli autori concordavano nel ritenere Nintendo Wii uno strumento con alti livelli di usabilità e sicurezza, non essendosi mai verificati eventi avversi. Conclusioni. L’utilizzo di un programma riabilitativo con Nintendo Wii può migliorare l’equilibrio statico e dinamico, come dimostrato dai risultati dei test di valutazione. Il suo effetto sulla funzione motoria dell’arto superiore non è ancora suffragato da risultati significativi, e saranno pertanto necessari ulteriori studi per verificarne l’efficacia e gli specifici contesti d’utilizzo. Questa console rappresenta uno strumento sia affidabile dal punto di vista tecnico sia sicuro ed esente da rischi, quando utilizzata sotto supervisione del terapista su pazienti con deficit motorio lieve o moderato.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Alessandro Anceschi Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5230 click dal 29/11/2012.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.