Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fallimento Lehman Brothers: Problemi di regolamentazione e gestione bancaria

La tesi è strutturata in quattro capitoli nei quali si tratta dei rischi che comporta l'esercizio dell'attività bancaria, dell'attività di vigilanza, del processo di cartolarizzazione e la crisi del 2008, con particolare analisi del crack Lehman Brothers.

Mostra/Nascondi contenuto.
  1   INTRODUZIONE L’inizio del ventunesimo secolo ha visto, prima nascere e poi scoppiare la bolla immobiliare, e il propagarsi di una crisi di immense proporzioni, seconda solo alla Grande Depressione, che ha caratterizzato gli anni 30. Nel giro di poco meno di un anno, le maggiori banche di Wall Street sono passate dalla situazione in cui conseguivano enormi guadagni, a quella in cui si trovavano sull’orlo del collasso. Il 2007, ultimo anno di espansione economica prima dell’inizio della grande crisi, ha visto le principali istituzioni finanziarie realizzare guadagni da capogiro e dare bonus estremamente generosi ai propri dirigenti 1 . Il settore dei mutui aveva un ruolo centrale in questo sistema, in quanto, i prestiti che venivano concessi a famiglie e imprese venivano usati, dalle banche di investimento, come base per costruire ed elaborare complessi prodotti finanziari, il quale commercio e scambio era la ninfa vitale dell’economia americana degli anni 2000 e coinvolgeva tutto il mondo. La banche, per trarre maggiori profitti dalle transazioni che ponevano in essere, non utilizzavano il proprio denaro, ma lo prendevano a prestito 2 . Col passare degli anni quindi, gli intermediari hanno improntato il proprio business su investimenti effettuati utilizzando un fortissimo effetto-leva. Questo ha fatto sì, che il mercato finanziario americano somigliasse sempre più a quella che Oliver Blanchard definisce una “piramide rovesciata”, immagine significativa per spiegare come l’intero sistema, imperniato su investimenti ad alto rischio, fosse sorretto da un                                                                                                                 1 Christine Harper, Wall Street Bonuses hit record, in Bloomberg, 17 gennaio 2008; Susanne Craig, Kate Kelly, Deborah Solomon, Goldman sets plan to escape U.S. Grip, in Wall Street Journal, 14 aprile 2009. 2 I prestiti, in questi anni, sono stati incentivati anche dalla diminuzione del costo del denaro, promossa da Alan Greenspan al fine di rilanciare l’economia.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Elisa Boccarossa Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3049 click dal 17/01/2013.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.