Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sulla possibilità di impiego di pannelli fotovoltaici flessibili sulla copertura di discariche controllate

La Tesi proposta tratta la progettazione della copertura di una discarica esaurita utilizzando una particolare geomembrana, che funge da supporto a pannelli fotovoltaici flessibili.
Lo sfruttamento economico dei siti di discarica nella fase di gestione post-operativa tramite l’installazione di sistemi a energia solare è una pratica che sta riscuotendo notevole successo negli ultimi anni. Molti gestori di discariche si trovano, infatti, a dover far fronte a periodi e costi di post-gestione maggiori di quelli preventivati in fase di progettazione della gestione operativa dell’impianto. L’installazione d’impianti in grado di sfruttare l’energia solare può risolvere questi problemi e rendere economicamente proficuo un sito “degradato”.
Il caso sviluppato nella presente Tesi riguarda la discarica in località Pontesello nel comune di Montecchio Maggiore (VI) dove, al termine del periodo di gestione post-operativa di 11 anni inizialmente previsto, ci si trova nella necessità di proseguire la post-gestione a causa della persistente formazione di percolato e delle caratteristiche chimiche dello stesso che non rendono possibile la dismissione in sicurezza della discarica. L’intervento, in questo specifico caso, dovrà avere il duplice scopo di impermeabilizzare la copertura per ridurre la formazione di percolato e di generare introiti necessari al gestore per il proseguimento della post-gestione.
Trattasi di una soluzione innovativa, che non ha molti precedenti: per quanto si è potuto appurare, le uniche due applicazioni di questo tipo sono state attuate negli Stati Uniti. Pertanto la progettazione dell’intervento è stata condotta ponendo particolare attenzione all’interazione della geomembrana con la copertura della discarica.
L’articolazione della Tesi prevede, all’inizio, lo sviluppo dei capitoli riguardanti la scelta della tecnologia per lo sfruttamento dell’energia solare più adatta, attraverso confronti fra le varie possibilità presenti nel mercato. Si porrà l’attenzione particolarmente alla relazione tra l’impianto solare e la discarica, con riferimento ai cedimenti differenziali, alla gestione delle precipitazioni e al mantenimento dell’integrità della copertura. Verranno anche analizzati casi esistenti di parchi solari su discarica, “tradizionali” e non, illustrando in particolare un caso nel padovano e uno negli Stati Uniti.
Si affronterà poi la progettazione di una copertura con geomembrana esposta e pannelli flessibili a pellicola sottile, analizzando le problematiche riguardanti le geomembrane esposte. Anche su quest’argomento è stata svolta una breve ricerca dei casi storici in cui è stata applicata tale tecnologia per avere un background di conoscenza. Si passerà quindi all’analisi degli aspetti salienti nella realizzazione di un simile progetto, con particolare riferimento all’invarianza idraulica, al problema del sollevamento da vento e alla progettazione di un pacchetto di copertura nel rispetto della normativa italiana.
Successivamente si affronterà la progettazione dell’impianto nel caso della citata discarica di Pontesello, rispetto alla quale saranno contestualizzati i problemi affrontati in precedenza in maniera generale. Infine, saranno trattati gli aspetti meramente impiantistici dell’installazione, talora affrontando argomenti di carattere elettrotecnico specialistico non attinente la preparazione accademica dello scrivente. Per questo motivo molte informazioni sono state desunte del know how di una società specializzata nel settore della progettazione d’impianti fotovoltaici.

Mostra/Nascondi contenuto.
Sulla possibilità di impiego di pannelli fotovoltaici flessibili sulla copertura di discariche controllate 3 Premessa La Tesi proposta tratta la progettazione della copertura di una discarica esaurita utilizzando una particolare geomembrana, che funge da supporto a pannelli fotovoltaici flessibili. Lo sfruttamento economico dei siti di discarica nella fase di gestione post-operativa tramite l’installazione di sistemi a energia solare è una pratica che sta riscuotendo notevole successo negli ultimi anni. Molti gestori di discariche si trovano, infatti, a dover far fronte a periodi e costi di post-gestione maggiori di quelli preventivati in fase di progettazione della gestione operativa dell’impianto. L’installazione d’impianti in grado di sfruttare l’energia solare può risolvere questi problemi e rendere economicamente proficuo un sito “degradato”. Il caso sviluppato nella presente Tesi riguarda la discarica in località Pontesello nel comune di Montecchio Maggiore (VI) dove, al termine del periodo di gestione post- operativa di 11 anni inizialmente previsto, ci si trova nella necessità di proseguire la post-gestione a causa della persistente formazione di percolato e delle caratteristiche chimiche dello stesso che non rendono possibile la dismissione in sicurezza della discarica. L’intervento, in questo specifico caso, dovrà avere il duplice scopo di impermeabilizzare la copertura per ridurre la formazione di percolato e di generare introiti necessari al gestore per il proseguimento della post-gestione. Trattasi di una soluzione innovativa, che non ha molti precedenti: per quanto si è potuto appurare, le uniche due applicazioni di questo tipo sono state attuate negli Stati Uniti. Pertanto la progettazione dell’intervento è stata condotta ponendo particolare attenzione all’interazione della geomembrana con la copertura della discarica. L’articolazione della Tesi prevede, all’inizio, lo sviluppo dei capitoli riguardanti la scelta della tecnologia per lo sfruttamento dell’energia solare più adatta, attraverso confronti fra le varie possibilità presenti nel mercato. Si porrà l’attenzione particolarmente alla relazione tra l’impianto solare e la discarica, con riferimento ai cedimenti differenziali, alla gestione delle precipitazioni e al mantenimento dell’integrità della copertura. Verranno anche analizzati casi esistenti di parchi solari su discarica, “tradizionali” e non, illustrando in particolare un caso nel padovano e uno negli Stati Uniti. Si affronterà poi la progettazione di una copertura con geomembrana esposta e pannelli flessibili a pellicola sottile, analizzando le problematiche riguardanti le geomembrane esposte. Anche su quest’argomento è stata svolta una breve ricerca dei casi storici in cui è stata applicata tale tecnologia per avere un background di conoscenza. Si passerà quindi all’analisi degli aspetti salienti nella realizzazione di un simile progetto, con particolare riferimento all’invarianza idraulica, al problema

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Riccardo Buson Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 516 click dal 05/12/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.