Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Batteri ed Archea Del Lago di Faro studiati mediante la Fluorescence in situ Hybriditation (FISH)

Lo scopo del presente lavoro di tesi è quello di studiare la distribuzione e la diversità delle comunità microbiche del lago meromittico salmastro di Faro, mediante la Fluorescence in situ Hybridization (FISH) con l’uso di oligonucleotidi fluorescenti che marcano le sequenze di 16S rRNA dei due domini di Archea e Batteri, nella fattispecie delle componenti chiave della comunità microbica:
- Batteri: Cianobatteri ;
- Archea: Euriarcheota e Crenoarcheota.
In particolare è stata valutata la presenza o assenza della comunità microbica, la sua abbondanza, la sua vitalità a diverse profondità, temperature e pH.
L’abbondanza microbica è stata determinata mediante il conteggio delle cellule al microscopio ad epifluorescenza.
Infine i risultati ottenuti sono stati confrontati con i risultati emersi da precedenti indagini su altri laghi meromittici quali il lago Cadagno e il lago Pavin.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1.INTRODUZIONE Il lago è una massa d’acqua raccolta in una depressione naturale della superficie terrestre. Un lago si colma in un tempo definibile “geologicamente breve” in un ciclo nel quale si distinguono diverse fasi che, attraverso la sedimentazione di materiali detritici derivanti dal bacino imbrifero, giunge allo stadio di stagno (con vegetazione acquatica molto abbondante soprattutto presso le rive e con ampie zone con profondità intorno ad almeno 2 metri), di palude (la vegetazione ingombra tutta la superficie e la profondità massima difficilmente supera il metro) e di torbiera (estensione non più occupata dall’acqua anche se viene impregnata da questa per tutto l’anno). Sul territorio nazionale sono presenti 320 laghi dei quali 35 con salinità più o meno elevata situati presso il litorale marino (Forneris et al., 2004). I rimanenti 285 laghi d’acqua dolce sono così classificati:  185 laghi artificiali;  100 laghi naturali: di cui 28 modificati (che

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Maria Vadalà Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 752 click dal 14/12/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.