Skip to content

Il Venture Capital. Un modello di rating per la valutazione delle “business ideas”.

Informazioni tesi

  Autore: Massimo Gallina
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi del Piemonte Orientale A.Avogadro
  Facoltà: Economia
  Corso: Finanza
  Relatore: Vincenzo Capizzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 235

Negli ultimi due decenni, il mercato del venture capital è cresciuto notevolmente, a partire dagli Stati Uniti, fino ad allargarsi a macchia d’olio a livello internazionale, e, quindi, anche in Italia.
Per dare un’idea generale del fenomeno possiamo notare come le entrate annuali in venture funds in U.S.A. siano cresciute da un virtuale “zero” durante la metà degli anni ’70, a 17,2 miliardi di dollari nel 1998. Sono numerose le aziende, oggi molto conosciute, la cui crescita è stata sostenuta da fondi ventures, tra queste possiamo citare Apple, Microsoft, Genentech, Intel e Lotus.
Proprio in seguito a queste forti crescite si è sviluppato un grande interesse intorno al mercato del venture capital. Tuttavia, nonostante tali attenzioni, persistono ancora molti dubbi e talvolta delle idee sbagliate su natura e ruolo dei venture capitalists. Un’affermazione che è solita incontrarsi nelle "guide per imprenditori" è che i venture capitalists siano meri finanziatori passivi di aziende incapaci di creare valore. Ne è un esempio lampante questo pensiero:
"Il termine venture capitalist (V/C) è un ossimoro. Dovrebbe essere U/B (Un-adventurous Brokers), specialmente in situazioni problematiche. I V/C oggi preferiscono investire in prodotti caratterizzati da tranquillità, compagnie sane. Se la tua compagnia è così, i V/C sono una buona idea per ottenere un’aggiuntiva risorsa di capitale... I V/C hanno sviluppato una personalità più simile a wrestlers professionisti che investitori professionisti. Se hai il tempo, provalo. Vedrai il vero modo in cui si tengono buoni i futuri venditori."
Un altro comune fraintendimento è associato a come i venture capitalists donino i loro patrimoni ad imprese giovani. L’uscita dagli investimenti in venture capital è un’area controversa, e il comportamento dei fondi venture viene riconosciuto come opportunistico. Occorre tuttavia ricordare che la discussione di questo processo è spesso estremamente "a senso unico" e non rappresentativo del corso storico. È possibile ricordare la discussione nel Washington Post (Sloan 1997):
"Venture capitalist ...take a company public while the ink is still drying on its incorporation papers. Venture capitalists would rather have you risk your money than risk their own. Besides, going public lets them profit now, rather than waiting."
Si nota chiaramente che vi è ancora confusione sul reale significato di venture capital e nel corso di questo di elaborato cercheremo di fugare tutti i dubbi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Il Venture Capital: aspetti generali 1.1 Il problema denitorio di \ venture capital" La nozione di venture capital non ha un signicato univoco; spesso non la si distingue da quella, pi u in generale, di private equity o dall’attivit a di merchant banking. Questa incertezza e parzialmente giusticabile poich e in tutti e tre i casi si e in presenza di un’attivit a di investimento nel capitale di rischio di imprese. Durante gli anni ’80 con il termine \venture capital" si intendeva l’apporto di capitale azionario, o la sottoscrizione da parte di operatori specializzati, in un ottica temporale di medio{lungo termine, eettuati nei confronti di imprese non quotate e con elevato poten- ziale di sviluppo in termini di nuovi prodotti o servizi, nuove tecnologie, nuove concezioni di mercato. Oggi invece la prassi pi u diusa negli U.S.A. 1 tende a suddividere l’attivit a di private equity, intesa come attivit a di investimento istituzionale nel capitale di rischio, in base alla tipologia dell’operatore che pone in essere tale attivit a: venture capital e operazioni di buy out. 1 A livello metodologico, l’analisi del mercato statunitense del private equity e venture capital viene oggi comunemente ripartita tra attivit a realizzata dai venture capital funds e quella posta in essere dai buy out funds. cfr. NVCA, 1999 Annual Report, Venture One, San Francisco 1999. [3] 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

equity
business plan
venture capital
business idea
seed financing

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi