Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sistemi di dimensione colloidale a rilascio modificato di farmaci antitubercolari e loro disciplina normativa.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) stima che ogni anno vi siano oltre nove milioni di nuovi casi di TB e 1.7 milioni di decessi. La TB, spesso ritenuta un flagello del passato, è sempre presente, anche sotto nuove forme, e colpisce non solo i Paesi a reddito medio basso ma anche le nazioni ricche. Gli strumenti necessari per far fronte a questa crisi sono inadeguati. La diagnosi è ancora principalmente effettuata, nei Paesi a risorse limitate, tramite l’esame microscopico dell’espettorato: si tratta di una tecnica sviluppata circa 130 anni fa da Robert Koch, l’autore della scoperta del micobatterio della TBC. Il Ministero del lavoro, Salute e Politiche sociali, nell’esercizio della funzione di vigilanza sull’attuazione del programma nazionale, si avvale della collaborazione tecnico-scientifica della Commissione nazionale per la ricerca sanitaria e degli organismi tecnico-scientifici del Servizio sanitario nazionale e delle regioni. Le regioni formulano proposte per la predisposizione del programma di ricerca sanitaria e assicurano il monitoraggio del Servizio sanitario regionale. La ricerca finalizzata attua gli obiettivi prioritari, biomedici, e sanitari individuati dal Piano sanitario nazionale (articolo 12 e articolo 12bis del D.Lgs. n. 502/92, come modificato e integrato dal Decreto legislativo n.229/99).

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. INTRODUZIONE La tubercolosi, una malattia infettiva mortale e contagiosa del sistema respiratorio [1], è una delle principali sfide in materia di salute pubblica [2]. A livello mondiale, circa 2 miliardi di persone sono attualmente infettati da Mycobacterium tubercolosis, che rappresentano circa il 30% della popolazione mondiale [3]. Dopo l’HIV e l’AIDS, la TB è la seconda malattia infettiva con il più elevato tasso di mortalità [4]. Nella relazione più recente dell’Organizzazione mondiale della sanità (WHO) ha rivelato che 9.2 milioni di persone sviluppa la malattia ogni anno e il tasso di mortalità annuale è di 1.7 milioni di persone [5]. La TB è endemica nei Paesi in via di sviluppo, dove ci sono i più elevati indici di mortalità [6]. D’altra parte, l’infezione è riemersa nei Paesi sviluppati e per questo fenomeno il numero globale di morti è gradualmente aumentato durante gli ultimi anni [7]. Inoltre, un’elevata prevalenza di pazienti coinfettati di HIV/TB ha spinto l’OMS a dichiarare una situazione di emergenza sanitaria dal 1993 [8]. La TB è una malattia infettiva, contagiosa e a decorso cronico, determinata da un micobatterio a localizzazione prevalentemente

Laurea liv.I

Facoltà: Farmacia

Autore: Silvana Santamato Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 386 click dal 18/01/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.