Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Danza di Śiva

La danza di Śiva Nātarāja è conosciuta come ānandatāṇḍava con il quale il dio dell’ universo, esprime lo stato di beatitudine di cui gode e nel quale si incarna. La notorietà della forma danzante del dio indù fa si che Nātarāja sia l’immagine più popolare dell’Induismo nel mondo moderno.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il presente lavoro si propone di ripercorrere quali sono i significati più profondi di uno degli aspetti del dio Ś iv a: N ā , il “Si gno r e dell a da nza”. Il suo scopo, semplicemente, è quello di presentare, con una certa sintesi, la danza di Ś iv a N āt a r ā ja, conosciuta come ā n a nda t ā ṇḍ a va; con il quale il dio dell ’ un iv e r s o, e s prime lo s t a t o di bea t i t udine di cui go d e e ne l quale si incarna. La notorietà della forma danzante del dio indù fa si che N ā s ia l’imma gi ne più po po la re dell ’I n duismo nel mondo moderno. La prima parte della ricerca viene condotta sulla riga di David Smith, il quale offre una particolare attenzione, nella sua opera The Dance of Ś iv a, ai luoghi più suggestivi del tempio di Cidambaram, al bronzo cola di Ś iv a danzante ed elogiato tra i versi di Umapati; per poi gettare uno sguardo sulla relazione che Ᾱnanda Coomaraswamy individua, attingendo alle fonti Tamil, tra le cinque attività e la danza. Il secondo capitolo è specificamente dedicato al motivo centrale della danza che Ś iv a co mpie a l ce ntro dell ’uni ve rs o e s op ra t t utt o ne ll’u omo , ne l suo cuore, ovvero quello di permettergli di raggiungere la Realtà ultima e confondersi con essa. Gli ultimi tre paragrafi di questo capitolo sono stati dedica t i a ll’ indagine che la Silburn conduce sulla o l’e n e rgia del pro fondo ovve ro l’e ne rgia co s mica che gia ce la t e nte in cia s cun e s s e r e umano. La è a ll’orig ine dell a po t e nza dell ’uomo , e di t utt i i ritmi, così il ritmo ella danza di Śiva da questa che non è altro che spanda, vibrazione. La Danz a del Di o è a nche pa rt e dell ’a do ra z ione : a l dio l’uomo non offre soltanto fiori e frutta ma anche musica e danza, i due modi migliori per re a lizz a re l’un ione co n la divin ità . Anch e la s u a co ns ort e d a nz a , P ā rv a t ī, da

Laurea liv.I

Facoltà: Studi Orientali

Autore: Luisia D'urso Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1278 click dal 17/01/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.