Skip to content

L'educazione del bambino dalla nascita ai sei anni - Come le regole genitoriali sono necessarie per uno sviluppo armonico della personalità

Informazioni tesi

  Autore: Lisa Chiaradia
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Pontificia Università Salesiana
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Sonia Marcon
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 47

Oggi assistiamo sempre più ad una forte confusione da parte dei genitori riguardo l'educazione dei figli e il loro ruolo come educatori e modelli di comportamento e di vita. In questa tesi sono presentate le diverse fasce d'età del bambino dalla nascita ai sei anni, e per ognuna sono presentati i compiti di sviluppo, l'importanza dei no e delle regole, le modalità con cui è giusto darle, l'atteggiamento corretto della coppia genitoriale, che deve riuscire a negoziare uno stile educativo comune. La coerenza educativa infatti è una delle qualità fondamentali per uno sviluppo armonico della personalità. Infine viene trattato l'atteggiamento provocatorio e oppositivo che alcuni bambini assumono e le modalità di intervento in questi casi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE L’obiettivo dell’educatore è rendersi inutile. Questa affermazione può sembrare strana se non addirittura errata, considerata la difficoltà che hanno oggi molti genitori nel lasciar andare il bambino da solo fuori di casa o nell’incoraggiarlo a diventare autonomo. Eppure l’educazione dovrebbe essere finalizzata proprio a questo, a fare in modo che la persona, man mano che cresce, diventi responsabile di se stessa e delle proprie azioni, prendendosi cura di sé e della sua eventuale futura famiglia. Per poter riuscire in questo compito è importante che i genitori, gli insegnanti, gli psicologi e gli educatori in genere, siano sufficientemente convinti che in educazione il dare regole e limiti favorisca la vita stessa, e che permettere ad un bambino di affrontare delle frustrazioni ai propri desideri (ovviamente adeguati alla fase evolutiva) gli consenta di sviluppare la grande capacità della resilienza per affrontare il mondo, che richiede continuo impegno personale e abilità nell’affrontare, sopportare e superare lo stress quotidiano. L’obiettivo principale di questa tesi è individuare ed evidenziare il senso e l’utilità del dare regole e limiti per aiutare il bambino a raggiungere i compiti di sviluppo necessari per la sua età, grazie ai quali può seguire uno sviluppo regolare verso sempre più una maggior autonomia. In particolare è stata considerata la fascia d’età dalla nascita ai sei anni, suddivisa in: fase neonatale, età dei capricci (2-3 anni) e fase della prima socializzazione e dei giochi (4-6 anni) perché ritenuta molto significativa per lo sviluppo della personalità. Inoltre si cerca di dimostrare come alcuni stili educativi, per esempio l’autoritarismo o il lassismo, possano provocare dei danni nello sviluppo dell’identità del bambino, della sua autostima, che di conseguenza incidono sulla capacità di essere autonomo. La tesi, pertanto, è strutturata in queste tre parti che rispecchiano il percorso logico che è stato seguito nel lavoro di ricerca ed elaborazione del materiale. Nel primo capitolo è inizialmente definito il significato di “stile genitoriale”, con l’esposizione di una schematizzazione ripresa dall’approccio adleriano e da quella che fa riferimento all’Analisi Transazionale; nel secondo paragrafo sono esposti i motivi per cui le regole sono così importanti, con l’analisi dei due poli che caratterizzano i legami familiari secondo Paolo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sviluppo
genitori
bambino
coerenza
neonato
oppositivo
regole
stili educativi
permessi
no
capricci
fasi di sviluppo
infanzia
educazione bambino
6 anni
dai 2 ai 3 anni
bambini viziati

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi