Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pubblicità nel settore automobilistico tedesco: un confronto Italia-Germania.

La presente memoria di laurea si propone di analizzare il linguaggio pubblicitario nel settore automobilistico. In particolare l'analisi si concentrerà su alcune pubblicità in lingua italiana e tedesca delle più importanti case automobilistiche tedesche: "Mercedes-Benz", "Opel", "BMW", "Audi" e "Volkswagen".verrà analizzato ciò che la pubblicità è, la sua funzione, ciò che essa vuole comunicare e attraverso quale linguaggio. Verrà applicata un'analisi linguistica dei messaggi pubblicitari, in particolare dei fattori intratestuali, quali la tematica, il contenuto, le presupposizioni, la struttura del testo, gli elementi non verbali, il lessico, la sintassi e i tratti soprasegmentali. Infine verranno sottolineate le varie somiglianze e differenze fra i testi pubblicitari nelle due lingue interessate: il tedesco e l'italiano.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La presente memoria di laurea si propone di analizzare il linguaggio pubblicitario nel settore automobilistico. In particolare l'analisi si concentrerà su alcune pubblicità in lingua italiana e tedesca delle più importanti case automobilistiche tedesche: "Mercedes-Benz", "Opel", "BMW", "Audi" e "Volkswagen". La scelta di tale tematica nasce dal duplice interesse per il mondo della linguistica e del marketing e alla stretta correlazione fra queste due discipline. La pubblicità è divenuta parte integrante della società odierna, del sistema economico e della quotidianità attuale. In Germania, il budget speso in pubblicità è cresciuto di anno in anno dal 1949, ed è arrivato, nel 1998, a 59,3 miliardi di Marchi. Il settore automobilistico, in Germania, è il primo settore in cui viene investito il maggior capitale pubblicitario. Questo mondo si presenta interessante dal punto di vista comunicativo, con un linguaggio piuttosto vario, la cui efficacia cresce nel corso degli anni. Si tratta di un linguaggio che deve essere comprensibile, ma che deve anche presentarsi particolarmente originale; si parte dal un linguaggio comune, che viene poi manipolato e modificato, in base all'effetto che il singolo messaggio vuole ottenere. Nel primo capitolo si intende trattare la storia delle case automobilistiche prese in esame. La storia ha influenzato ciò che ogni casa automobilistica è oggi, ed il tutto si riflette anche sulle singole pubblicità. Nel capitolo si farà anche riferimento alle diverse modalità di comunicazione d'impresa esterna che queste aziende adottano. Nel secondo capitolo verrà analizzato ciò che la pubblicità è, la sua funzione, ciò che essa vuole comunicare e attraverso quale linguaggio. Verrà applicata un'analisi linguistica dei messaggi pubblicitari, in particolare dei fattori intratestuali, quali la tematica, il contenuto, le presupposizioni, la struttura del testo, gli elementi non verbali, il lessico, la sintassi e i tratti soprasegmentali. Infine verranno sottolineate le varie somiglianze e differenze fra i testi pubblicitari nelle due lingue interessate: il tedesco e l'italiano.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Linguistiche

Autore: Vanessa Pedullà Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4355 click dal 22/01/2013.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.