Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Formazione psicofisica e modelli educativi: le arti marziali nella 3^ infanzia

Le premesse di questa tesi sono lo sport in età evolutiva e l’influenza che una corretta attività ludico-motoria può suscitare nei processi di formazione del bambino.
I ruoli chiave vengono svolti da educatori qualificati e dai giusti programmi di educazione psicomotoria, i quali garantiscono al bambino di esprimere la propria personalità nei suoi aspetti morfologici e umorali, intellettivi, affettivi ed emotivi svelando i sentimenti, le emozioni e le intenzionalità del piccolo attraverso segni quali lo sguardo, i gesti, la parola e il movimento. Tutti aspetti determinanti nella strutturazione dello schema corporeo.
Di fondamentale importanza risulta, quindi, la scelta dell’attività extrascolastica per il bambino: riflettere sui tratti prevalenti della sua struttura psicofisica e scegliere l’associazione/palestra che sviluppa metodi di lavoro soddisfacenti sono punti che un genitore dovrà attentamente valutare se desidera un adeguato avviamento allo sport del proprio bambino. Sull’onda di questi criteri il mondo delle arti marziali …
[per la versione integrale acquistami!]
I valori quali la correttezza e la compitezza, la libertà e l’uguaglianza, la solidarietà e l’onestà, rappresentano un tema fondamentale della ricerca educativa e nello scenario della società e della civiltà postmoderna, nella quale l’apparenza ha divorato l’essere e le grandi rivoluzioni moderne su cui si è costruita l’educazione dell’Occidente sembrano ormai concluse, è necessario ricercare i giusti metodi di indagine e trasmissione del fair play. Secondo il Codice Europeo di Etica Sportiva, il fair play…
[per la versione integrale acquistami!]
Non sono forse questi i valori e i comportamenti che nello sport contemporaneo (qualunque esso sia) scarseggiano?
In questo scritto vengono, per l’appunto, trattati metodi e tecniche per concretizzare, praticamente, la trasmissione dei valori anche attraverso la pratica di arti marziali.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione L’allenamento del bambino in età scolare è caratterizzato da processi fisici e mentali del tutto diversi da quelli delle altre età. Per J. Le Boulch (1979) la strutturazione dello schema corporeo avviene nei quattro stadi di corpo subìto, corpo vissuto, corpo percepito e corpo rappresentato: ognuno dei quattro stadi è caratterizzato da strutture fisiche e mentali ben precise. Un corretto sviluppo di queste strutture e quindi una buona organizzazione dello schema corporeo, permetteranno al bambino di integrarsi adeguatamente nelle attività di tutti i giorni, qualunque esse siano: dal gioco allo studio, dal confronto con i coetanei in attività di gruppo alle attività individuali. Per uno sviluppo adeguato, i processi psico-fisici caratteristici dell’età evolutiva richiedono un costante impegno di figure qualificate in ambiente sia scolastico (corpo docenti) che extrascolastico (istruttore/maestro di arti marziali, di sport vari). Le attività del doposcuola (attività sportive, attività ludico-ricreative in generale) offrono, all’educatore, dei mezzi alternativi per formare il bambino e a quest’ultimo opportunità maggiori per affinare le proprie capacità fisiche e mentali. Tra le attività extrascolastiche, esempi di modelli educativi sono le arti marziali. A scapito dei luoghi comuni che definiscono le palestre di arti marziali inadatte ai bambini per il grado di violenza che ad essi infondono, va detto che tali discipline possono migliorare la personalità e di conseguenza le relazioni sociali. Il valore intrinseco e l’obiettivo che distingue un’arte marziale da altri sport (per esempio di stampo occidentale) è quello di indicare e trasmettere i valori spirituali dell’uomo per l’avanzamento della civiltà e la realizzazione della pace, prima, interiore e, poi, esterna. Un’arte marziale si pratica nella fusione integrata

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Luigi Marchi' Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1820 click dal 04/03/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.