Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Distripark: aspetti normativi e funzionali

La materia in oggetto è diritto della navigazione, la tesi tratta del contratto di logistica, differenza dei distripark in italia e all'estero, nozione di distripark e il caso pratico del Distripark di Taranto.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE La materia della logistica è oggi di grandissima attualità e rilevanza, anche in virtù di cambiamenti che coinvolgono il mondo economico e giuridico. Dalla internalizzazione sino alla globalizzazione il modo di fare logistica è stato modificato dagli scambi commerciali, dalle tecnologie, dalle risorse umane, determinando la sua importanza all’interno del quadro competitivo delle imprese. Nel mercato logistico si presentano nuove necessità che inducono le imprese ad offrire sempre un più elevato livello di servizio al cliente: da una parte l’impresa deve realizzarsi con economie di scala e di scopo per migliorare l’efficienza, dall’altra parte deve soddisfare la domanda che risulta sempre più ormai personalizzata e sofisticata, allo scopo di migliorarne l’efficacia. La logistica in particolare quella relativa ad un porto, insieme alle nuove esigenze del mercato, determinano la nascita di nuovi operatori logistici indipendenti e specializzati. Il presente elaborato nasce quindi da uno studio attento e dettagliato di alcuni aspetti economici che caratterizzano i sistemi aziendali degli ultimi anni. Gli argomenti trattati sono stati supportati da un forte interesse personale, ma anche soprattutto dal ruolo fondamentale che essi rivestono nelle aziende e nella loro economia. Gli aspetti a cui si fa

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Maria Ilaria Spedicato Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 381 click dal 27/03/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.