Skip to content

Edilizia Sostenibile. Applicazione progettuale del Protocollo ITACA

Informazioni tesi

  Autore: Graziano Occhipinti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Edile-Archietettura
  Relatore: Pietro Stefanizzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 191

La Regione Puglia in favore della sostenibilità ambientale dell’edilizia residenziale ha emanato il 10 Giugno del 2008 la legge n. 13, “Norme per l’abitare sostenibile”, all’interno della quale viene fatto esplicito riferimento all’uso del Protocollo Itaca Puglia per effettuare la Certificazione Energetico-Ambientale degli edifici residenziali.
Tale metodo è costituito da una serie di cinquantadue criteri di valutazione facenti riferimento a 5 categorie quali la Qualità del sito, il Consumo di risorse, i Carichi ambientali, la Qualità ambientale indoor e la Qualità del servizio; ad ogni criterio viene poi assegnato un punteggio finale sintetico che definisce il grado di miglioramento dell’insieme delle prestazioni rispetto ad un livello standard.

Nella seconda parte del presente testo viene analizzata l’applicazione del Protocollo Itaca Puglia ad un edificio residenziale unifamiliare: Casa Squicciarini ad Altamura.
La scelta di voler analizzare questo edificio è scaturita dalla pregevole qualità della progettazione, la quale ha tenuto conto di un’attenta valutazione di natura bioclimatica per valorizzare il contributo solare in inverno, sfruttare al meglio ombreggiamenti e andamento dei venti prevalenti per il raffrescamento in estate, ma anche per il recupero ed il riuso delle acque piovane.
Ad avvalorare queste considerazioni, l’edificio è stato il primo in Puglia ad ottenere la Certificazione CasaClima A, oltre al superamento del punteggio 3 del Protocollo Itaca Puglia.

Infine nella terza parte del lavoro di tesi è stata analizzata la tematica delle indagine strumentali, non distruttive, per l’analisi delle caratteristiche termiche dell’edificio oggetto di studio.
Sono state quindi effettuate analisi termografiche dell’involucro esterno mediante una termocamera ad infrarossi; inoltre è stata svolta una misura diretta della trasmittanza termica della parete Nord mediante l’utilizzo di un termoflussimetro; infine è stato fatto un controllo delle caratteristiche climatiche degli ambienti interni tramite un termoigrometro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 PARTE I La certificazione energetica e ambientale degli edifici I.1 – Lo Sviluppo Sostenibile. Quasi tutti hanno sentito parlare di "sviluppo sostenibile" ma pochi comprendono realmente il significato di questo termine alla moda, ampiamente utilizzato dai governi, dalle aziende, dalle organizzazioni ambientali e sociali ed anche dai media, spesso in maniera impropria. A tal proposito sono state coniate numerose definizioni: "Per sostenibilità si intende la capacità dell'umanità di rispondere alle esigenze del presente senza pregiudicare la capacità delle future generazioni di rispondere alle loro necessità". - Our Common Future, The World Commission on Environment & Development, 1987. Questa rinomata definizione non spiega in maniera chiara cosa sia realmente la sostenibilità o come si debba agire per renderla concreta. E’ opportuno quindi citare un’altra definizione più significativa, elaborata dal governo Britannico: "Lo sviluppo sostenibile è un concetto molto semplice. Significa garantire una migliore qualità della vita per tutti, nel presente e per le generazioni future.” - Opportunities for Change, Department of the Environment, Transport and the Regions, 1998. Questa definizione parla di una migliore qualità della vita per tutti, compresi gli abitanti dei paesi in via di sviluppo. Sviluppo sostenibile significa quindi migliorare la qualità della vita, integrando tre diversi fattori fondamentali:  Sviluppo economico  Tutela dell'ambiente  Responsabilità sociale Questi tre fattori sono dipendenti l'uno dall'altro e devono lavorare insieme poiché nessuno dei tre basta da solo. E’ bene chiarire come lo sviluppo sostenibile non si poni come una negazione della crescita ma bensì come una crescita economica rispettosa dei limiti ambientali. Nel corso degli ultimi decenni si è andata sempre più diffondendo la cultura e la consapevolezza di dover attuare nuove politiche internazionali a favore di uno sviluppo sostenibile. Tra gli eventi più significativi bisogna annoverare la “Conferenza di Rio de Janeiro” del 1992 in cui 170 governi di diverse nazioni stilano e approvano l’adozione della cosiddetta “Agenda21”, letteralmente cose da fare nel 21 sec, un piano d’azione per lo sviluppo sostenibile, da realizzare su scala globale, nazionale e locale con il coinvolgimento più ampio possibile di tutti i portatori di interesse (stakeholders) che operano su un determinato territorio. I concetti principali esposti sono:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

altamura
regione puglia
itaca
edilizia sostenibile
indagini termiche
casaclima a
bioclimatima
casa squicciarini

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi