Skip to content

Analisi Sociologica della Concezione Turistica nella Riviera Romagnola

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Bernardi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Scienze Gastronomiche
  Facoltà: Scienze Gastronomiche
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Paolo Corvo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 130

La riviera romagnola e, quindi, Rimini non possono essere considerate come mete turistiche novizie, bensì risalgono alla nascita del fenomeno turistico all’interno del Mediterraneo e più specificatamente della costa Adriatica. Se i pionieri del movimento, i nobili del nord Europa, ricercavano un clima fresco, non troppo caldo, con un mare freddo e tonificante per curare i mali e purificare gli animi, oggi viene richiesto un clima mite o caldo, con un mare che permetta l’immersione evitando l’assideramento, spiagge pulite con tutti i comfort a disposizione e la possibilità di pagare un prezzo giusto e non eccessivo. I cambiamenti, lenti e graduali, hanno portato allo sviluppo del sistema turistico in Europa e nel mondo, portando ad una differenziazione del target, dell’esperienza, del luogo ricercato e alle specializzazioni delle strutture.

Il mercato turistico odierno basa la sua ampiezza sull’enorme differenziazione del target che porta al consenso del turista e all’evoluzione della destinazione turistica in questione.

In questo piccolo grande mondo si è svolta la ricerca effettuata, che riguardava la somministrazione di un questionario agli studenti dell’alberghiero “Malatesta” di Marebello (RN) e ad alcuni albergatori della zona di Rimini Nord.

La domanda iniziale da cui è scaturito il progetto di tesi era:
“In una località balneare e principalmente turistica, che idea si sono fatti del turismo i ragazzi degli istituti professionali focalizzati sul turismo? E gli albergatori che da anni vivono di questo settore cosa ne pensano? Lo considerano una minaccia o un momento di sviluppo importante? E qual è la loro concezione del turismo?”

La ricerca risponde a questa domanda evidenziando similitudini e differenze nella visione e nelle idee che le due diverse generazioni hanno della propria regione, del proprio territorio e del proprio lavoro. Queste si discostano dal momento in cui si analizza l’ottica moderna del giovane studente e si confronta con la visione tradizionale concepita dagli albergatori.

Il punto d’incontro tra le due generazioni è dato dal turismo come momento di lavoro, sia stagionale che annuale, che porta alla messa in atto di un impiego e alla conoscenza degli albergatori e degli studenti che possono discutere e comprendersi a vicenda all’interno di queste circostanze.

Dallo sviluppo della ricerca e dalle analisi apportate ai dati ricavati dai questionari somministrati si è potuto appurare che l’idea del turismo, degli spazi turistici e dei turisti in sé è la medesima tra i due campioni. Anche se le motivazioni che spingono i giovani all’occupazione all’interno del fenomeno turistico risulta diversa rispetto alla giustificazione data dagli albergatori storici, il punto d’incontro è il medesimo: l’idea forte e comune che non considera il turismo come minaccia, momento di sviluppo, disagio o novità ma come un’opportunità di lavoro, ciò che muove l’economia della zona ma anche come il fulcro della doppia vita della riviera, caotica estiva e tranquilla invernale. È un fattore con cui si convive giornalmente o stagionalmente, un’opportunità da sfruttare al massimo ma allo stesso tempo da far crescere ed evolvere per creare nuove opportunità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE “Le persone viaggiano verso posti lontani per osservare, affascinati, persone che normalmente ignorano a casa” Dagobert D. Runes Il viaggio e la vacanza sono uno dei momenti più ricreativi e riposanti per tutti noi, il turismo assume, quindi, una grande importanza nelle nostre vite. In base alle proprie attitudini e alle proprie risorse si può corrispondere a diverse figure di viaggiatore: il viaggiatore avventuroso, quello ricercatore, o addirittura il viaggiatore “poltrone” che fatica ad alzarsi dallo sdraio anche solo per far due passi. Diverse sono le tipologie di viaggio e differenti possono essere le esperienze e i ricordi ad esso collegati. Perché proprio il turismo? Sono nato in una località turistica e sono cresciuto all’interno della struttura ricettiva di famiglia: da quando ne ho ricordo, il tema del turismo mi è sempre stato molto a cuore. L’idea iniziale è partita dalla progettazione di un viaggio didattico lungo la riviera romagnola per far conoscere alla comunità di Pollenzo - agli studenti stranieri in particolare - il mio territorio natio. Il suddetto progetto è stato ampliato e si è sviluppato grazie ad una ricerca sociologica. La domanda iniziale che mi sono posto in fase di ideazione del progetto è stata la seguente: “In una località balneare e principalmente dedita al turismo, che idea si sono fatti di questo i ragazzi degli istituti professionali focalizzati sul turismo? E cosa ne pensano gli albergatori che da anni vivono di questo settore ? Lo considerano una minaccia o un momento di sviluppo importante? E qual è la loro concezione del turismo?” 6

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

turismo
sociologia
rimini
metodologia
metodologia di ricerca
riviera romagnola
analisi sociologica
concezione turistica
analisi a 360 gradi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi