Skip to content

Le asimmetrie informative secondo l'approccio della teoria dei giochi.

Informazioni tesi

  Autore: Edoardo Angeloni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Teramo
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Management e comunicazione d'impresa
  Relatore: Franco Eugeni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

La tesi parla essenzilmente delle asimmetrie informative. Il modello di Arrow di equilibrio generale viene modificato dopo la vincita del Nobel nel 2001 da parte di Stiglitz-Akerlof-Spence. Le novita introdotte sono a livello epistemologico: daall'informazione completa si passa all'informazione incompleta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE In questa tesi di Management d’Impresa, che ho svolto per l’Università di Teramo, cerco di affrontare con una matematica abbastanza specifica il problema che si crea in una azienda quando si passa da un’informazione completa ad una trasmissione asimmetrica bayesiana. Avevo discusso in una tesi precedente I giochi epistemici tra tradizione e teoria della complessità , che completava un Master in Epistemologia un paio di anni fa, il significato matematico e filosofico di un tale cambiamento ideologico di paradigma. Nel caso aziendale naturalmente il modello deve rendere conto della massimizzazione dei profitti. Ciò crea dinamiche manageriali che comunque da un punto di vista filosofico il lavoro citato riesce ancora ad inquadrare. Nella maggior parte dei casi il modello asimmetrico bayesiano è più efficiente perché lascia maggiore autonomia ai manager. Ma se l’azienda vuole premiare l’azione collettiva, allora può funzionare a tal scopo il modello ad informazione perfetta. Certo alla fine sarà più conveniente simularlo con un gioco cooperativo per evitare calcoli enormi. In ogni caso rimane di un certo interesse valutare come un lavoro prettamente filosofico con aspetti matematici spieghi abbastanza bene concetti tipicamente aziendali. Più avanti citerò brani della tesi in Epistemologia per renderci conto della validità del problema filosofico in ambiente aziendale, oltre ai modelli matematici. Allora è anche lecito porci la seguente domanda: come la teoria dei giochi può spiegare la realtà economica in analogia con la fisica? E’ una tematica abbastanza ricca di letteratura che ho già affrontato con un Tesi in Statistica nel 2005 Determinismo e incertezza nelle scienze fisiche e sociali. La mia intenzione è di verificare l’approccio delle ultime opere uscite sull’argomento soprattutto in Usa per vedere se il discorso generale è rimasto abbastanza invariato. Ma in effetti, nei casi in cui questo succede, il paradigma dominante tende a strutturarsi in un certo modo. Nella tesi del 2005 sostenevo in sostanza che come rigore matematico l’economia è abbastanza affine alla biologia, ma è meno esigente della fisica. Visto che il contesto è rimasto questo piuttosto a lungo, all’interno di un paradigma che alla fine si è consolidato in senso kuhniano, alla lunga prevale chi svolge una disanima di tipo storico oppure chi porta avanti tesi comportamentiste. Nella tesi che sto attualmente scrivendo non insisterò ancora sulla differenza tra probabilismo e determinismo, cosa che ho già svolto nel 2006 con abbondanza di particolari, ma cercherò appunto di seguire gli ultimi sviluppi della teoria nel modo che ho accennato. Potrebbero risultare di un certo interesse tecnico come novità matematiche la teoria dei frattali di Mandelbrot e quella dei jump di Tankov. Tornando alle problematiche dell’azienda, possiamo considerare il fatto che le questioni legate all’informazione sono tra le cause principali, insieme al potere di mercato e alle esternalità, dei cosiddetti “fallimenti del mercato”. In termini generali le carenze informatiche generano costi nelle transazioni di mercato che possono determinare risultati lontani da un funzionamento ottimale. In particolare dal lato della domanda la mancanza o il costo del reperimento delle informazioni, secondo un modello a capacità cognitiva limitata ( rispetto al tradizionale assunto della perfetta razionalità ) , non permette ai consumatori di compiere scelte che massimizzano sempre la propria utilità. Una distribuzione asimmetrica delle informazioni, con una delle due parti in posizione di vantaggio, alimenta fenomeni opportunistici che si verificano prima e dopo la firma del contratto. Di solito il venditore è avvantaggiato nella prima fase, perché conosce le caratteristiche del bene meglio del consumatore. Quest’ultimo può sfruttare un mancato monitoraggio del venditore nella fase di esecuzione del contratto. Se anomali, gli effetti opportunistici da entrambe le parti possono essere letali e rendere inefficiente il mercato. Il comportamento tenuto dall’Autorità dell’energia e dall’Antitrust è stato quello di tutelare il consumatore con regolamenti stringenti sulla vendita, soprattutto nelle prime fasi della 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

teorema di bayes
asimmetria informativa
equilibrio generale
teoria dei giochi epistemici
informazione aperta e chiusa
costo dell'informazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi