Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti sociali nella progettazione di applicazioni mobile: un caso studio.

Nel mondo di oggi sono poche le aziende che si rivolgono ad una massa indistinta di utenti. Volendo fare un parallelo con la biologia, sono l'adattamento, l'evoluzione e la specializzazione a permettere la sopravvivenza in un mercato in tempi di crisi. Riuscire a soddisfare i particolari bisogni di una eterogenea massa di utenti è ciò che permette ad un'azienda di qualsiasi campo di sopravvivere. In tempo di crisi girano meno soldi, perciò gli utenti/clienti si fanno più scrupoli nella spesa ed esigono che l'esperienza connessa ad una compravendita , sia essa di un bene piuttosto che di un servizio, sia impeccabile.
Il nucleo del lavoro che abbiamo svolto è rivolto all’utenza del cicloturismo, ovvero un’approccio particolare al fare turismo, con le sue peculiarità.
Per capire bene il cicloturismo abbiamo bisogno di delineare cosa sia il turismo, cosa si intende con prodotto turistico ed esperienza turistica; come il turista vede se stesso, gli altri turisti, le persone dei luoghi con cui viene in contatto. Declineremo quindi questi concetti come se fossero un paradigma per arrivare a descrivere l'utente interessato dal caso di studio di questa tesi, ovvero il cicloturista. Raramente il viaggiatore parte all'avventura senza sapere nulla in anticipo del proprio viaggio, racconteremo perciò di come egli si informa e comunica, descrivendo quei canali e strutture comunicative e informative che sfrutta per colmare quelle lacune che egli pensa di avere.
Questi network informativi si basano su infrastrutture tecnologiche ben precise, daremo rassegna di quelle più importanti soffermandoci maggiormente su quelle che interessano il nostro utente finale.
In conclusione a questa sezione teorica tireremo le fila di quanto detto per cominciare a definire il lavoro descritto nella seconda sezione, ovvero il caso di studio progettuale.
Il caso studio riportato racconta di come il nostro gruppo di lavoro si sia mosso per portare alla luce un prototipo funzionante di una App mobile rivolta ai cicloturisti.
D'inizio si racconterà al lettore del luogo da cui è partito il tutto, ovvero la città di Riccione. In particolare descriveremo i servizi dei Bike Hotels, ovvero strutture alberghiere che si sono specializzate nell'accogliere e coccolare i cicloturisti in ogni loro bisogno e necessità particolare.
Successivamente si descriveranno i le fasi del lavoro. Per quanto riguarda i lavori preliminari esporremo il metodo di ricerca, partendo dalla descrizione dei membri del suddetto gruppo, elencando gli strumenti metodologici utilizzati e le seguenti procedure messe in moto.
Di seguito racconteremo le vere e proprie fasi operative del progetto, ovvero di come i membri si sono mossi nel mondo reale per conoscere gli utenti coinvolti e si sono organizzati per portare avanti lo sviluppo dell'App fino ad arrivare ad una descrizione del prototipo finale.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Aspetti sociali nella progettazione di applicazioni mobile: un caso studio. 1.1. Introduzione alla parte teorica Nel mondo di oggi sono poche le aziende che si rivolgono ad una massa indistinta di utenti. Volendo fare un parallelo con la biologia, sono l'adattamento, l'evoluzione e la specializzazione a permettere la sopravvivenza in un mercato in tempi di crisi. Riuscire a soddisfare i particolari bisogni di una eterogenea massa di utenti è ciò che permette ad un'azienda di qualsiasi campo di sopravvivere. In tempo di crisi girano meno soldi, perciò gli utenti/clienti si fanno più scrupoli nella spesa ed esigono che l'esperienza connessa ad una compravendita , sia essa di un bene piuttosto che di un servizio, sia impeccabile. Il nucleo del lavoro che abbiamo svolto è rivolto all’utenza del cicloturismo, ovvero un’approccio particolare al fare turismo, con le sue peculiarità. Per capire bene il cicloturismo abbiamo bisogno di delineare cosa sia il turismo, cosa si intende con prodotto turistico ed esperienza turistica; come il turista vede se stesso, gli altri turisti, le persone dei luoghi con cui viene in contatto. Declineremo quindi questi concetti come se fossero un paradigma per arrivare a descrivere l'utente interessato dal caso di studio di questa tesi, ovvero il cicloturista. Raramente il viaggiatore parte all'avventura senza sapere nulla in anticipo del proprio viaggio, racconteremo perciò di come egli si informa e comunica, descrivendo quei canali e strutture comunicative e informative che sfrutta per colmare quelle lacune che egli pensa di avere. Questi network informativi si basano su infrastrutture tecnologiche ben precise, daremo rassegna di quelle più importanti soffermandoci maggiormente su quelle che interessano il nostro utente finale. In conclusione a questa sezione teorica tireremo le fila di quanto detto per cominciare a definire il lavoro descritto nella seconda sezione, ovvero il caso di studio progettuale. Il caso studio riportato racconta di come il nostro gruppo di lavoro si sia mosso per portare alla luce un prototipo funzionante di una App mobile rivolta ai cicloturisti.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Gregorio Marchi Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 584 click dal 12/04/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.