Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Poema di Santa Oria

Il mio lavoro di tesi si focalizza sull'analisi del Poema di santa Oria di Gonzalo de Berceo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il Poema de Santa Oria è una delle opere agiografiche di Gonzalo de Berceo, monaco-notaio del cenobio benedettino di San Millán de la Cogolla, uno dei massimi esponenti del “mester de clerecía”. Com’è noto, la sua produzione poetica tratta esclusivamente temi religiosi: miracolistica mariana, questioni dottrinali, biografie di santi, in particolare quelli adorati nei monasteri ai quali egli era vincolato. Berceo compose il Poema negli ultimi anni della sua vita, rimanendo del tutto fedele alla fonte latina utilizzata, una Vita composta nell’XI secolo dal monaco Munio, maestro e confessore di Oria. Purtroppo il testo della fonte non ci è pervenuto; tutto quello che sappiamo è che già nella prima metà del XVIII secolo mancava dall’archivio del Monastero di San Millán, dove il manoscritto che lo tramandava era conservato. A differenza delle agiografie con protagonisti maschili, incentrate sui miracoli di questi ultimi, il Poema ha come oggetto le visioni della giovane Oria che, con una prematura vocazione religiosa, visse reclusa dall’età di nove anni all’interno dell’antico monastero di San Millán de Suso. Il poema consta di 205 quartine monorime di alessandrini; di queste, la maggior parte corrispondono al racconto delle tre visioni, mentre solo dodici narrano della vita di Oria e le restanti 57 fungono da impalcatura dell’insieme. L’opera è formalmente divisa in sette parti o unità di composizione: 1. prologo; 2. introduzione; 3. prima visione; 4. seconda visione; 5. terza visione; 6. morte di Oria; 7. epilogo.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Martina Gisotti Contatta »

Composta da 35 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 468 click dal 16/04/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.