Skip to content

Il fenomeno della dispersione scolastica: il caso Afragola

Informazioni tesi

  Autore: Felicia Castaldo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Fabio Corbisiero
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

Con il concetto di “dispersione scolastica” ci riferiamo ad un prematuro allontanamento dal percorso formativo, con conseguenze spesso negative, non solo per ciò che riguarda la formazione professionale, ma per lo sviluppo della persona nella sua totalità.
L’esigenza di approfondire la conoscenza della realtà degli studenti da un punto di vista scolastico, sociologico e psicologico nasce in un primo momento dagli insegnanti, i quali, in varie occasioni di confronto, riportano la loro difficoltà nel relazionarsi quotidianamente con ragazzi che “non stanno bene” a scuola, non vivono serenamente la realtà scolastica né da un punto di vista didattico, né relazionale.
La sensazione di impotenza che ne deriva dal non riuscire a comprendere le cause di un così profondo disagio è grande. Demotivazione, difficoltà di socializzazione e di accettare le regole del vivere comune, disinteresse molto diffuso anche verso attività extrascolastiche, queste e tante altre ancora, le tematiche a cui fanno riferimento gli insegnanti ed alle quali si
rivolgono proprio per trovare insieme delle risposte a tanti dubbi e interrogativi.
Gli insegnanti palesano, in particolare, il loro bisogno di un supporto da parte di personale specializzato per poter dapprima capire e poi affrontare il disagio degli studenti con cui si trovano a convivere. Questo disagio sembra assumere proporzioni enormi nella fase di passaggio dalle scuole primarie alle scuole secondarie di primo grado. Da qui lo studio di questo fenomeno per capire come è meglio intervenire, quali sono gli strumenti messi in atto dai dirigenti degli Istituti scolastici, dalle Amministrazioni Locali, per cercare di limitare le dimensioni del fenomeno dispersione presente in modo inequivocabile nei percorsi di studio, soprattutto nel Sud Italia e in aree difficili come quella di Afragola (Na), città scelta come territorio di indagine per la mia ricerca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il Decreto 22 agosto 2007, n. 139 con il quale il Ministero della Pubblica istruzione ha innalzato a 10 anni la durata del periodo di istruzione obbligatoria, al fine di garantire il “conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno di età”, di fatto prevede l'obbligo scolastico fino a 16 anni a partire dal 2007/2008. Gli ambienti in cui la scuola è immersa sono i più ricchi di stimoli culturali, ma anche i più controversi. Attualmente l'apprendimento scolastico è solo una delle tante esperienze di formazione che i bambini e gli adolescenti vivono, e soprattutto oggi, con l'avvento delle nuove tecnologie, per acquisire competenze specifiche, spesso non vi è bisogno solo dei contesti scolastici. Ma a maggior ragione, la scuola non può abdicare al compito di promuovere la capacità degli studenti di dare senso alla varietà delle loro esperienze. L'orizzonte territoriale della scuola si allarga. Ogni singolo, nella sua esperienza quotidiana deve tener conto di informazioni sempre più numerose ed eterogenee e confrontarsi con la molteplicità delle culture. Nel suo itinerario formativo ed esistenziale lo studente si trova a interagire con culture diverse, senza tuttavia avere strumenti adatti per comprenderle e metterle in relazione con la propria. Alla scuola spetta il compito di fornire strumenti adeguati affinché ogni persona sviluppi un'identità consapevole e aperta. Oggi l'impegno dei docenti e di tutti gli operatori della scuola è richiesto in modo ancor più attento e mirato per «la piena attuazione del riconoscimento e della garanzia della libertà e dell'uguaglianza» (articolo 2 e 3 della Costituzione), nel rispetto delle differenze di tutti e dell'identità di ciascuno, ma richiede altresì la collaborazione delle formazioni sociali, in una nuova dimensione di integrazione fra scuola e territorio, per far sì che ognuno possa «svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale e spirituale della società» (art.4 della Costituzione). Tuttavia dobbiamo ricordare che in questa situazione di potenziale ricchezza formativa permangono vecchie forme di analfabetismo e di emarginazione 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

terzo settore
scuola
dispersione scolastica
piano sociale di zona
evasione scolastica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi