Skip to content

La rappresentazione del vampiro in adolescenza. Un'indagine psicoanalitica.

Informazioni tesi

  Autore: Maria Rosaria Ospite
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Psicologia Clinica e di Comunità
  Relatore: Giorgia Margherita
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 210

Il presente lavoro è volto a definire in termini psicodinamici la rappresentazione del vampiro per l'adolescente del XXI secolo, avvalendosi dei preziosi quanto rari contributi provenienti dal panorama psicoanalitico internazionale,concentrati, però, soprattutto a definirne i tratti come iconografici rispetto a particolari configurazioni psicopatologiche in età adulta, come la "perversione narcisistica" di Racamier(1992) o il "narcisismo distruttivo" di Rosenfield (1971).
L'argomentazione, pertanto, a partire da un'immersione nell'effetto unheimelich -perturbante freudiano- che accompagna l'immagine del vampiro dalla sua nascita, si focalizza sulle specifiche dinamiche psicologiche adolescenziali, con una particolare attenzione al contesto socioculturale contemporaneo,per poi snodarsi lungo un excursus letterario sulla figura dall'intramontabile e plastico terrore ed infine confluendo nelle connessioni emergenti tra i poli dell'argomentazione. Tale intersezione interpretativa si avvale di strumenti di espressione vicini alle giovani generazioni e appartenenti alla realtà virtuale: blog e social network, analizzati attraverso la metodologia dell'analisi del contenuto "tipo inchiesta", per analizzare e giungere a mostrare le poliedriche forme che il desiderio adolescenziale assume nei riguardi dell' ideale e fascinosa immagine del Non-morto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Svestiti dei loro mantelli fluttuanti e svincolati dalla forza distruttrice dei metodi tradizionali per sconfiggerli, ma perpetuamente bramosi di sangue umano anelato da canini aguzzi. Ancora restii alla luminosità del giorno e persuasi di appartenere ad un tempo che si proietta fuori dalla materia pur conservandola, inserendosi in un'eternità senza limiti, i vampiri contemporanei affollano l’immaginario culturale del secolo con una potenza d’immagine che pochi miti posseggono e mantengono così inestinguibilmente. E’ il secolo XXI, pervaso dalle tecnologie, dal progresso e da un'ormai consolidata globalizzazione. Un’altra Epoca dei Lumi, che lascia però filtrare tra le coscienze insoddisfatte e disilluse da una crisi economica e socio-culturale di livello mondiale un romanticismo dalle tonalità gotiche, il cui mito, sorto dalle ceneri del folklore popolare e raffigurato dall’inchiostro di letterati d’Oltremanica, diventa aspirazione concreta d’essere, messo a tacere quell’effetto unheimlich che l’elemento contronatura genera quando invade il campo del reale. Ovunque l’ ‘essere immortale’ venga rappresentato, qualsiasi artefatto culturale lo abbia come oggetto, la vittoria sulla morte e la resurrezione della carne conducono ad un successo garantito, come confermano i quarantadue milioni di copie vendute del romanzo Twilight. Anche laddove il trend sociale si arresta o non esercita il suo potere omologante, realtà e finzione dai confini sfumati s’incrociano per creare una commistura surreale, un simulacro che affascina inarrestabilmente le masse, luogo di passione ed ossessione per il vampirismo. Dal suo posto privilegiato nell’era post-moderna, il vampiro assurge a simbolo di eccezionalità, status ideale da assumere soprattutto da chi, come Dracula, vive in una condizione esistenziale di confine. Non piø bambino ma non ancora adulto, l’adolescente, situato in una zona di transizione e alle prese con trasformazioni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi