Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Demanio Marittimo

Nell’ambito dei beni demaniali il demanio marittimo è costituito dal complesso dei beni necessario all’utilizzazione del mare (QUERCI) e si contraddistingue come demanio necessario in quanto i beni immobili che lo costituiscono sono demaniali per natura, a prescindere da qualsiasi atto dell’autorità amministrativa.
Principi fondamentali, in materia, sono:
- La necessità dell’appartenenza del demanio marittimo allo Stato (artt. 822 cod. civ. e 28 cod. nav);
- Il criterio della continuità e continuità delle coste, secondo il quale il demanio marittimo non può essere materialmente interrotto da beni di diversa natura.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 DEMANIO MARITTIMO Nell’ambito dei beni demaniali il demanio marittimo è costituito dal complesso dei beni necessario all’utilizzazione del mare (QUERCI) e si contraddistingue come demanio necessario in quanto i beni immobili che lo costituiscono sono demaniali per natura, a prescindere da qualsiasi atto dell’autorità amministrativa. Principi fondamentali, in materia, sono: - La necessità dell’appartenenza del demanio marittimo allo Stato (artt. 822 cod. civ. e 28 cod. nav); - Il criterio della continuità e continuità delle coste, secondo il quale il demanio marittimo non può essere materialmente interrotto da beni di diversa natura. Ai sensi degli artt. 822 cod. civ. e 28, 692 cod. nav. Fanno parte del demanio marittimo: 1. Il lido del mare, ovvero quella porzione della riva a diretto contatto con le acque, compresa fra il massimo ed il minimo spostamento di esse, tenuto conto anche delle maree invernali ma con esclusione di quelle che si verificano in occasione delle mareggiate; 2. La spiaggia, ovvero la zona compresa tra il lido del mare ed il confine esterno del demanio marittimo con le proprietà private o con proprietà pubbliche di differente natura; 3. I porti, ovvero gli specchi acquei artificialmente o naturalmente riparati e, di conseguenza, idonei ad agevolare l’approdo e la partenza delle navi;

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giacomo Rispettoso Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 933 click dal 10/07/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.